IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pallanuoto, la Carisa Savona batte la Roma Vis Nova e la condanna alla retrocessione risultati

Savona. Sette giorni dopo la Florentia, la Carisa Savona ha battuto l’altra squadra condannata alla Serie A2, la Roma Vis Nova, che proprio con questa sconfitta ha la certezza della retrocessione, dopo una sola stagione nella massima serie.

Anche in questo caso, però, la vittoria dei biancorossi è stata risicata, con 2 sole reti di scarto, complice una scarsa continuità che ha impedito ai padroni di casa di archiviare anzitempo l’incontro.

La prima frazione di gioco si chiude addirittura con gli ospiti in vantaggio. Damonte apre le marcature dopo 1’37”, ma Spinelli e Banovac colpiscono due volte nel giro di 40 secondi.

Nel secondo tempo passano solamente 30 secondi e Fulcheris va a bersaglio. Una doppietta di Alesiani, entrambe le reti a uomini pari, porta i savonesi sul +2. Innocenzi, ad un minuto dalla metà gara, realizza il 4-3.

Nel terzo quarto, dopo un gol di Fiorentini, Giovanni Bianco e Parisi vengono espulsi per reciproche scorrettezze. Mirarchi accorcia le distanze, ma il Savona va a bersaglio a ripetizione: Colombo a 2’40”, Agostini a 3’30”, Damonte in superiorità a 4’20” e Mistrangelo a 5’04” portano i biancorossi sul 9-4. Banovac non ci sta e realizza due reti, intervallate da un gol di Damonte.

Tomasic, dopo 1’45” del quarto tempo, realizza l’undicesima rete della Carisa. A questo punto, così com’era già accaduto con la Florentia, i biancorossi, tranquilli per il margine di vantaggio, regalano agli avversari gli ultimi scampoli di gioco. Murro con l’uomo in più, Mirarchi e Innocenzi battono Antona e fissano il risultato finale sull’11 a 9.

“Continuiamo a vivere a corrente alternata con dei bei momenti alternati a grandissime amnesie e superficialità – ha commentato Alberto Angelini -. Questo ci fa faticare il doppio, ci fa innervosire e ci ha esposto a contropiedi che di solito non prendiamo. Dobbiamo sempre giocare compatti con spirito di sacrificio e voglia di lottare”.

L’allenatore della Roma Vis Nova, Daniele Ruffelli, ha dichiarato: “All’inizio siamo partiti bene, poi ci siamo innervositi per alcuni nostri errori difensivi. Il Savona è rientrato e, forte della sua esperienza, ha poi mantenuto il vantaggio fino alla fine”.

Il tabellino:
Carisa Rari Nantes Savona – Roma Vis Nova 11-9
(Parziali: 0-2, 4-1, 5-3, 2-3)
Carisa Rari Nantes Savona: Antona, Alesiani 2, Damonte 3, J. Colombo 1, Ghibaudo, L. Giunta, Mistrangelo 1, Fulcheris 1, G. Bianco, Tomasic 1, Agostini 1, G. Fiorentini 1, Zerilli. All. Alberto Angelini.
Roma Vis Nova: Bonito, Pappacena, Murro 1, Mirarchi 2, Banovac 2, Parisi, Spinelli 1, Innocenzi 3, Vitola, Rigo, Cuccovillo. All. Daniele Ruffelli.
Arbitri: Gianluca Centineo (Palermo) e Giovanni Lo Dico (Capaci). Delegato Fin: Enzo Carannante (Torino).
Note. Superiorità numeriche: Savona 2 su 6, Roma 5 su 9. Usciti per tre falli: nessuno. A 6’09” dalla fine del terzo tempo sono stati espulsi G. Bianco e Parisi per gioco scorretto ed ammonito per proteste Angelini. A 1’46” dalla fine del terzo tempo è stato espulso per proteste Bigatti, dirigente del Savona. A 3’56” dalla fine del quarto tempo è stato ammonito per proteste Ruffelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.