IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovo Santa Corona, c’è la firma ufficiale. Neirotti: “Monoblocco sarebbe l’ideale, ma i soldi…”

Ieri la firma sul protocollo di intesa da parte di Burlando, Valeriani e Neirotti. Che sogna un nuovo ospedale, ma avvisa: "Ci vorranno anni"

Pietra Ligure. Comune, Regione e Asl si muovono già da tempo in quella direzione, con delibere e pianificazioni, ma da ieri è partita anche ufficialmente la “corsa” al nuovo Santa Corona, grazie alla firma del protocollo di intesa tra il presidente della Regione Claudio Burlando, il sindaco di Pietra Ligure Dario Valeriani e il direttore generale dell’Asl 2 Flavio Neirotti.

neirotti valeriani

Un passo annunciato che sarà fondamentale per poter iniziare a concretizzare le idee su carta: “Anche se in effetti avevamo iniziato i primi studi di fattibilità più di un anno fa, questo protocollo ci dà il via formale – spiega il direttore dell’Asl – Certo il restyling del Santa Corona non potrà essere completo, perché la maggiore criticità purtroppo sono sempre i soldi, ma comunque sarà senz’altro una bella cosa per Pietra Ligure e non solo”.

Se il primo passo ufficiale è finalmente tracciato, la direzione da prendere è però ancora fumosa: le idee messe in campo in questo anni spaziavano da un nuovo ospedale monoblocco a pochi semplici “ritocchi” ai padiglioni. “Io sono per natura ambizioso e quindi vedrei sicuramente un’ospedale completamente rifatto – è il Neirotti che non ti aspetti – E’ chiaro però che poi bisogna fare i conti con le disponibilità economiche, che ad oggi, con la crisi che c’è, non ci consigliano di essere così ambiziosi. Proprio per questo che stiamo studiando varie possibilità a seconda delle diverse disponibilità economiche che potremmo avere, in modo da non ‘scartare’ comunque nulla; poi, strada facendo, valuteremo le possibilità”.

Neirotti respinge al mittente le accuse di scarso interesse della Regione sul destino del Santa Corona (“La firma di Bulando ieri pomeriggio è la conferma che la Regione ci tiene a questo ospedale, come ci tiene a tutta la sanità savonese”) e avverte: i tempi saranno lunghi. “Ma è logico… io ricordo sempre con piacere un esempio di grande efficienza dell’apparato pubblico: noi siamo riusciti a fare il nuovo ospedale di Albenga praticamente in 5 anni, tutto gestito internamente dai nostri uffici tecnici. Questa è una dimostrazione che anche la pubblica amministrazione è capace ed efficiente. Però parliamo sempre di anni, non possiamo parlare di mesi, e quindi i tempi per forza di cose sono pluriennali”.

Chi ovviamente spera in tempi più brevi è il sindaco, Dario Valeriani, che in quel caso potrebbe davvero sentirsi “il sindaco del nuovo Santa Corona”. “Speriamo, sarebbe davvero importante – risponde – ma in realtà io metto a disposizione quello che posso fare perché resti in vita, e con le specialità attualmente esistenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alvaro felici

    Allora.
    Se c’è tanto denaro si fà un General Hospital come quelli che si vedono in TV e dentro tutti fighi e tirati a lucido.
    Se denaro ce n’è poco si fà un monoblocco scrauso e dentro tutti al limite della pensione e con acciacchi vari.
    Se denaro non ce n’è tagli dellamadonna e via a tapullare i buchi col vinavil.
    Grande Neirotti.
    Tanto sarai già in pensione(meritata e dorata)visto il “piano a lungo termine” che detto in Italia…
    I LOVE ITALI’

  2. Scritto da tmax500

    Un Presidente di Regione praticamente scaduto, un Direttore Generale a termine e un Sindaco che si augura che almeno si conservi quello che c’è. Che brividi!!! Venti di campagna elettorale e cambiali da pagare!!!