IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Noli, demolita la villa pericolante sull’Aurelia: tutto pronto per la riapertura fotogallery

Martedì 24 marzo per le 17:00 la riapertura a doppio senso

Noli. E’ già stata completata la demolizione della villa pericolante sulla via Aurelia a Noli che ha costretto allo stop della circolazione, fino alle ore 20:00 di questa sera, quando il tratto viario sarà finalmente riaperto a doppio senso di marcia, entro le festività pasquali.

In questo momento sono in corso i lavori di messa in sicurezza della via Aurelia per consentire la riapertura del tratto secondo i tempi previsti, forse anche prima: una decisione definitiva sarà presa nella giornata di domani, quando saranno ultimate le restanti verifiche tecniche. Oggi sarà completato lo spostamento delle barriere laterali e smantellato l’impianto semaforico utilizzato in questo anno di senso unico alternato.

I detriti della villa demolita saranno frantumati e poi rimossi successivamente alla riapertura della via Aurelia, senza creare altri disagi alla viabilità. “Tutto sta andando secondo quanto previsto nel cronoprogramma dei lavori e speriamo di poter aprire il tratto già entro questa sera” affermano dalla Ediluca srl, che ha eseguito i lavori e che sta visionando proprio in questi minuti l’andamento dell’intervento insieme al sindaco di Noli Giuseppe Niccoli e ai tecnici di Anas.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Flatbubu

    Interessante… E fare un’inchiesta sul perché è stata demolita? Era abusiva? O la sposteranno a spese dei contribuenti in altra location?