IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Moschea a Savona, durissima Forza Nuova: “Presenza del vescovo provocatoria, gli taglieranno la testa” fotogallery video

Savona. “Quando i nuovi amici del neo talebano Lupi tra 1 un giorno o tra 100 anni gli taglieranno la testa, di certo noi di Forza Nuova non sentiremo la sua mancanza”. Parole durissime quelle con cui Forza Nuova commenta la presenza del vescovo Vittorio Lupi all’inaugurazione della nuova moschea all’angolo tra via Aglietto e via Maciocio: il movimento non ha gradito la presenza del prelato cattolico in un luogo di culto islamico, definendo “il prostrarsi di certi piccoli uomini di chiesa davanti all’avanzare del mondo islamico veramente desolante e privo di qualsiasi logica”.

“Invece di difendere il sacrosanto diritto dei cristiani ad esistere – attacca la federazione provinciale di FN – invece di ricordare le decine di migliaia di uomini e donne che ogni giorno vengono uccisi per la fede cristiana, invece di esaltare le nostre tradizioni millenarie, si preferisce benedire luoghi di preghiera inutili, non controllabili e frequentati da persone che non parlano neanche la nostra lingua e che non rispettano i nostri costumi”.

Il giorno dopo l’apertura e il dialogo dimostrati dal vescovo e dal Comune di Savona (presente all’inaugurazione con il sindaco ed alcuni assessori), arriva dunque una presa di posizione molto dura, ben lontana dal politically correct (“luoghi di preghiera inutili”) e per certi versi inaspettata. Parole di fuoco che ora rischiano di suscitare le reazioni del mondo islamico, con un “effetto domino” dagli esiti incerti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sergio Sanguineti

    Mah!… In assenza di reciprocità di genere, anche a me parrebbe verosimile…Già è poco “ortodosso” che un crocifisso “calpesti” un luogo di culto islamico, quantunque proprietà dei contribuenti savonesi ed italiani; secondariamente, le “Autorità”, si sono sentite dire ciò che volevano sentirsi dire… Mica vanno a dir loro che stanno “seminando” per il futuro!… Un futuro che, tanto la Storia quanto i recenti avvenimenti, pare abbiano già abbondantemente descritto… Poi, ancora in subordine, la distruzione dei monumenti “patrimonio dell’umanità” INTERA, mica soltanto musulmana… Certo, ad opera degli “integralisti” ma, ancora, non è ben chiara la distinzione tra “integralisti” e moderati, visto che le “Scritture” non fanno minimamente menzione di tal asserita differenza…

  2. marty74
    Scritto da marty74

    Più che provocazione, la definirei sottomissione

    1. Scritto da Sergio Sanguineti

      Eh beh!.. “Parigi val bene una Messa”, dicono anche i compagni!… Importante è preparare il terreno per raccogliere consensi e voti futuri… Non i sa mai… L’attuale padrone del vapore di Palazzo Chigi ne fa un peggio dell’altra, oltretutto litigando con i vecchi stalinisti volponi de partito, sicché, in caso di consultazioni, rischierebbero di dissolversi, completamente…Con i soldi altrui, intanto, tentano l solito proselitismo imbonendo queste “risorse”… Intanto, ANCORA, chissenefrega!… Sono sempre i contribuenti a pagare, i compagni mica pagano con le casse vuote del partito!…