IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lunardon “Il Pd non tollera compromissioni con ambienti legati la criminaltá organizzata”

L'intervento del segretario regionale dopo la decisione di Paolo Cassani di auto sospendersi visto che il nome parrebbe comparso nell'ordinanza di custodia cautelare relativa a Carmelo Gullace

“Il Pd non può tollerare compromissioni o anche solo pericolose vicinanze con ambienti legati alla criminalità organizzata”. Usa parole forti Giovanni Lunardon, segretario regionale del Pd dopo la decisione di Paolo Cassani di auto sospendersi dal partito dopo che il suo nome parrebbe comparso nell’ordinanza di custodia cautelare relativa a Carmelo Gullace.

“Per noi la lotta a tutte le mafie e in particolare contro le infiltrazioni di queste nella politica è un punto centrale e indiscutibile – afferma Lunardon – Il Pd è chiamato a tutti i livelli a prendere le distanze senza esitazione da persone e fatti che a qualunque titolo e in qualunque forma siano riconducibili a rapporti con quegli ambienti, anche quando ne esista solo il sospetto”.

Secondo Lunardon “bene hanno fatto il Pd savonese e albenganese a prendere una posizione netta nella vicenda che ha coinvolto Paolo Cassani, di cui apprendiamo la doverosa auto sospensione dal partito. La giustizia farà il suo libero corso e chi ne fosse coinvolto avrà modo di difendersi a partire dal principio di presunzione di innocenza. Ma su di noi non può e non deve esistere neppure l’alea del sospetto”.

Lunardon cerca di allontanare i fantasmi rispolverando le iniziative varate dal Pd. “Noi siamo quelli che nel 2010 hanno promosso a Sanremo la fiaccolata della Legalità contro tutte le mafie, quelli che hanno candidato Donatella Albano capolista al Senato, che hanno promosso in Regione la centrale unica degli acquisti per scongiurare il rischio infiltrazioni mafiose nella pubblica amministrazione, quelli che si sono battuti nel ponente ligure contro le collusioni tra politica e criminalità organizzata che hanno portato allo scioglimento per infiltrazioni dei Comuni di Ventimiglia, Bordighera e Vallecrosia e che ancora recentemente attraverso il Ministro Orlando, da sempre molto presente su questi temi, hanno lanciato l’allarme sul rischio infiltrazioni nella nostra regione”.

E così chiude il suo intervento: “I nostri comportamenti devono essere conseguenti, ispirandosi a rigore, nettezza e trasparenza, sempre e in ogni circostanza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pinco
    Scritto da pinco

    “Noi siamo quelli che nel 2010 hanno promosso a Sanremo la fiaccolata della Legalità contro tutte le mafie..”
    AH ecco ….avete fatto le FIACCOLATE!!!
    …ALLORA CAMBIA TUTTO!!!!!
    :-)