IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, partirà dopo l’estate il nuovo servizio di raccolta differenziata dei rifiuti

Il bando di per l'assegnazione dell'appalto è scaduto il 30 settembre ma a distanza di oltre sei mesi l'iter per la valutazione delle buste non è stato ancora ultimato

Loano. Prenderà il via dopo l’estate il nuovo servizio di raccolta differenziata dei rifiuti di Loano. Il bando di per l’assegnazione dell’appalto è scaduto il 30 settembre scorso ed ha visto la risposta di ben sette aziende, ma a distanza di oltre sei mesi l’iter per la valutazione delle buste è ben lungi dall’essere completato. Anzi: una serie di intoppi burocratici ha portato a ripetuti slittamenti delle riunioni di valutazione delle offerte.

Una situazione che non lascia tranquillo l’assessore all’ambiente Ino Tassara: “Ho già inviato alla Regione diverse lettere di sollecito invitandoli a fare il più in fretta possibile – spiega – Anche se l’iter dovesse sbloccarsi a breve, di certo non andremo ad attivare il servizio a ridosso dell’estate. Questo è fuori discussione. Sarebbe troppo complicato. Piuttosto lo faremo partire a settembre dopo la stagione“.

I sindacati condividono le preoccupazioni dell’amministrazione, ma ovviamente da un altro punto di vista: “Siamo a fine marzo e la valutazione delle offerte non è stata ancora completata – spiega Giancarlo Bellini della Cgil – Si è accumulato un ritardo pauroso rispetto ai tempi previsti, che volevano l’attivazione del servizio prima dell’estate. Il rischio è quello di dover fare anche questa stagione con la raccolta in mano alla Servizi Ambientali, che dal punto di vista sindacale è una cosa preoccupante. L’azienda non è nella condizione organizzativa per gestire l’estate. Non sono in grado di gestire la differenziata con l’obiettivo di raggiungere il 65 per cento di quota entro fine anno. Il Comune ha scelto di far fare la gara alla Regione, ma con la scadenza del bando a settembre c’era tutto il tempo di gestire la pratica in casa”.

“Credo che questo ritardo possa mettere a rischio la regolarità della procedura – prosegue Bellini – Quello dei rifiuti è un settore da sempre esposto a diversi rischi, a cominciare dai ricorsi. C’è quindi il pericolo che la gara sia esposta a vizi di procedura tecnica. Come Cgil auspichiamo che l’appalto venga definito a breve”.

Tra l’altro i dipendenti di Servizi Ambientali addetti allo spazzamento delle strade e alla raccolta dei rifiuti a Loano sono da mesi in stato di agitazione a causa della situazione di disagio che vivono sul posto di lavoro generata dai rapporti sempre più tesi con alcuni superiori: “La questione non è ancora stata risolta – aggiunge Bellini – Con il consenso dei lavoratori, si era deciso di ‘tenere duro’ nell’ottica del prossimo passaggio di consegne con la nuova ditta. Se per l’estate non ci sarà il cambio di gestione c’è il concreto rischio che le questioni interne non risolte si ripresentino”.

La richiesta è una: “Tutti questi rinvii e queste lungaggini sono incomprensibili. La Regione deve accelerare al massimo la valutazione delle offerte. E il Comune, dal canto suo, deve fare pressioni alla Regione. E’ un problema anche del sindaco. La Servizi Ambientali non può gestire il servizio di raccolta differenziata. E fare il cambio di sistema in estate è impensabile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.