IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lega Pro, al “Bacigalupo” finisce 0 a 0 col Grosseto ma il Savona di Riolfo è vivo risultati

I biancoblu vanno più vicini alla vittoria ma il portiere ospite salva il risultato

Savona. Il Savona non trova la seconda vittoria consecutiva al “Bacigalupo” e, con essa, l’aggancio al Grosseto. Nel calcio non conta molto ma, ai punti, i ragazzi di mister Riolfo avrebbero conquistato il bottino pieno.

La squadra rassegnata e autocondannatisi alla retrocessione non esiste più. L’obiettivo stagionale sarà complicato da raggiungere ma la certezza che le 4 partite con Riolfo in panca hanno dato è che i biancoblù daranno l’anima per ottenerlo. Direttamente o, qualora dovesse servire, passando dalle forche caudine dei play out.

Tante le assenze per mister Riolfo. Il tecnico savonese, però, non si trincera dietro i forfait e, in settimana, aveva anche scherzato dicendo che l’aiutano nelle scelte.

Al di là del buonumore che, partita dopo partita, sembra tornare al “Bacigalupo”, le assenze di Speranza, Gemignani e Ficagna, per infortunio, e quelle per squalifica di Eguelfi e Marchetti costringono Riolfo ad inventarsi scelte tattiche nuove facendo giocare Cabeccia (alla duecentesima presenza fra i professionisti) sull’ out di sinistra.

La partita inizia subito su buoni ritmi. La prima occasione, al 9’, è per gli ospiti con Torromino che calcia di poco alto dai venti metri dopo un appoggio di Fofana.

Nonostante la classifica non lasci tranquilla nessuna delle due compagini in campo, i due allenatori hanno deciso che vogliono giocarsela. E le manovre che si vedono in campo ne risentono. In positivo.

Al 18’ il Savona conquista il primo calcio d’angolo ma si fa trovare impreparato sulla ripartenza ospite con Torromino che si invola e trova al centro dell’area Fofana. Il giocatore toscano, per fortuna dei padroni di casa, calcia con troppo sufficienza un rigore in movimento e la palla si spegne alla destra di Rossini che non avrebbe potuto far niente.

Il rischio scuote immediatamente i biancoblù che, sulla ripartenza, trovano lo specchio della porta. È bravo D’Amico con un tiro a giro ma Baiocco si distende sulla sua sinistra e mette in calcio d’angolo.

Il nuovo Savona di Riolfo costruisce tanto e al 22’ Antonelli potrebbe imitare il Cabeccia delle partite precedenti ma il suo colpo di testa su calcio d’angolo di Giovinco viene deviato ancora una volta in angolo da Monaco che salva i suoi dalla capitolazione.

Il Grosseto del rientrante Silva in panchina ha i colpi balistici per rendersi pericoloso e al 29’ ci riesce con Volpe che calcia bene una bella punizione dalla trequarti; Rossini si distende altrettanto bene e concede agli ospiti solo il primo calcio d’angolo di giornata.

La partita resta viva con Carta (41’) e, soprattutto, Giovinco (45’) che vanno vicinissimi al vantaggio ma il risultato non cambia e si va al riposo con lo stesso risultato con cui la partita era iniziata.

Al 37’ di gioco episodio curioso con il direttore di gara che, con l’intercessione di Marconi, chiede ad un fotografo a bordo campo di togliere la pettorina rossa per evitare di confondersi con la maglia del Grosseto.

In avvio di ripresa, i ritmi restano alti. La prima opportunità del secondo tempo è per il Savona che al 52’ trova il vantaggio.

Non è della stessa opinione il direttore di gara che dà credito alla segnalazione del suo collaboratore e annulla per offside la rete messa a segno dal “guerriero” Giorgione.

Il Savona ci crede e al 57’, aiutato dal vento, D’Amico costringe con una staffilata dai 30 metri il portiere ospite a togliere dal sette la palla. Sugli sviluppi del corner, Marconi di testa costringe la retroguardia toscana a rifugiarsi nuovamente in calcio d’angolo.

Mister Silva capisce che è il momento di intervenire e richiama in panchina uno spento Volpe lanciando nella mischia Lugo Martinez.

Il cambio incide poco perché al 61’ l’uomo decisivo si conferma il portiere Baiocco costretto a deviare ancora con un grande intervento il tiro scoccato da Giovinco sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Nonostante l’alta posta in palio, la partita è corretta ma col passare dei minuti gli animi si scaldano e il direttore di gara estrae il giallo tre volte in 2’. Ne fanno le spese Cabeccia e Della Ratta in simultanea e Okosun 120’’ più tardi.

Il Savona gioca bene come erano mesi che non si vedeva. Il merito va sicuramente al tecnico Riolfo che, in poche settimane, ha ridato un’anima e un gioco ad una squadra che sembrava rassegnata alla retrocessione.

Anche i singoli hanno beneficiato dell’arrivo dell’ex tecnico dell’Argentina. Un esempio chiaro è Scappini; il bomber è sempre puntuale e al posto giusto. Come al 71’ quando dal limite dell’area fa partire un tiro che esce di poco al lato della porta di Baiocco.

Ad un quarto d’ora dalla fine, Silva si gioca anche il secondo cambio (fuori Okosun, dentro Onescu) mentre Riolfo preferisce non intaccare un equilibrio perfetto. Quasi perfetto perché i biancoblù, per le occasioni viste e per la mole di gioco costruito, meriterebbero il vantaggio.

Il primo cambio per il Savona arriva al 79’: Riolfo richiama in panca il “fratello di” Giovinco e mette in campo Demartis. Fuori la forza della gioventù, dentro quella dell’esperienza.

E, proprio Jack Demartis si rende pericolosissimo all’84’ quando, da vecchio volpone del “Bacigalupo” sfrutta il vento a suo favore per costringere Baiocco ancora in angolo.

Il Grosseto è alle corde e all’87’ Giorgione con una staffilata dalla distanza mette a repentaglio le coronarie dei giocatori toscani.

Nonostante l’ennesimo tentativo di Scappini in pieno recupero, però, lo 0 a 0 non si sblocca e, dopo 3’ di recupero, si torna, definitivamente, negli spogliatoi.

Il prossimo appuntamento per il Savona è a San Marino. Nella Repubblica del Titano, tra sette giorni, gli uomini di Riolfo potrebbero mettere una prima pietra verso la salvezza.

In caso di tre punti, infatti, almeno il pericolo di retrocessione diretta potrebbe essere scongiurato.

Il tabellino

Savona – Grosseto: 0 – 0

Savona: Rossini, Antonelli, Galimberti, Cabeccia, Marconi, Carta, D’ Amico (88’ Frugoli), Taddei, Scappini, Giovinco (79’ Demartis), Giorgione. A disp. Addario, Morosini, Tonon, Bramati, Munarini. All. Riolfo

Grosseto: Baiocco, Formiconi, Legittimo, Monaco, Ferraro, Paparusso, Della Latta, Okosun (75’ Onescu), Fofana (81’ Pichlmann), Volpe (59’ Lugo Martinez), Torromino. A disp. Mangiapelo, Burzigotti, Albertini, Gambino. All.Silva

Arbitro: Rapuano di Rimini (Gleison Marquez di Saronno e Mokhtar Gamal di Lecco)

Note. Angoli: 9 a 3. Ammoniti: Cabeccia (S); Della Ratta (G), Okosun (G), Monaco (G). Recupero: 1’ (p.t.); 3’ (s.t.)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.