IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le poste dell’Iper di Savona non chiudono più, piano sospeso foto

Salve per ora anche Ellera, Finale Ligure 1 e Casanova di Varazze. Poste Italiane annuncia: "Confronto con le Regioni per valutare eccezioni"

Provincia. “Poste Italiane procederà all’attuazione del piano di razionalizzazione dopo aver completato il dialogo avviato con le Regioni, per l’analisi di dettaglio dei territori; seguendo le indicazioni del Mise atte al coinvolgimento delle istituzioni locali”. Con queste parole Poste Italiane annuncia la sospensione del piano di riorganizzazione che prevedeva la chiusura totale o parziale di centinaia di uffici postali in tutta Italia, tra cui 44 in Liguria.

Una vittoria, almeno per ora, per gli sportelli dell’Ipercoop di Savona (di cui solo ieri era stata annunciata la chiusura il 13 aprile), ma anche per quelli di Ellera, Casanova di Varazze e via delle Mimose a Finale Ligure. Le proteste di sindaci e utenti hanno avuto l’effetto sperato: Poste ha temporaneamente sospeso tutto, in attesa di confrontarsi con le Regioni. Solo dopo aver valutato le necessarie eccezioni si procederà al completamento del piano.

“La presenza territoriale è elemento fondante del Piano industriale di Poste – garantisce l’azienda – che ha come principale obiettivo quello di includere tutti i cittadini nella trasformazione digitale e di migliorare continuamente la qualità del servizio. Attraverso una scrupolosa analisi delle esigenze reali del Paese, in piena ottemperanza con il quadro normativo che garantisce il servizio universale postale, consapevoli del ruolo sociale e di mercato attribuito alla rete degli uffici, siamo impegnati a garantire capillarità alla nostra presenza coniugandola con l’esigenza di una sempre più necessaria efficienza verso la popolazione”.

“Insieme alle Istituzioni Regionali approfondiremo il tema della nostra presenza territoriale continuando ad informare i territori sulla normativa all’interno della quale ci muoviamo con l’obiettivo di portare a casa dei cittadini nuovi e utili servizi – conclude Poste – A valle di questo ulteriore confronto, conciliando le esigenze aziendali con le istanze e le possibili eccezioni rappresentate dai territori, daremo attuazione alla trasformazione della nostra azienda”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Evangelizzatore

    IO NON MI PENTO PIU’!!!!!!!!!