IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La spiaggia libera di Vado Ligure affidata a “Obiettivo Spiagge”

Alla gara avevano partecipato 13 ditte, tra cui 3 di Vado Ligure e due lombarde

Vado Ligure. Sarà la società consortile “Obiettivo Spiagge”, cooperativa presieduta da Enrico Schiappapietra, presidente provinciale del Sindacato Italiano Balneari, a gestire per i prossimi 5 anni la spiaggia libera attrezzata che è stata recentemente completata sul litorale di Vado Ligure. L’offerta presentata dalla cooperativa è stata ritenuta dal Comune di Vado Ligure la più vantaggiosa secondo criteri che hanno tenuto conto della proposta tecnica e del valore economico: il canone complessivo sarà pari a 105 mila euro (oltre Iva), corrispondente ad un canone annuo di 21 mila euro più Iva.

Alla gara avevano partecipato 13 ditte, tra cui 3 di Vado Ligure e due lombarde. A seguito della valutazione delle offerte tecniche presentate, nove dei concorrenti erano stati esclusi non avendo raggiunto il punteggio minimo richiesto. L’offerta complessiva di Obiettivo Spiagge era risultata prima in graduatoria già nell’ottobre dello scorso anno, seguita da un’impresa milanese che, sulla base di ulteriori verifiche, è stata esclusa dalla graduatoria. A quel punto è stato necessario riformulare la graduatoria stessa e i tempi di aggiudicazione si sono allungati.

La spiaggia attrezzata è adiacente a lungomare Matteotti e occupa il tratto di arenile compreso tra gli stabilimenti balneari Cotton Bay e Caribù, per un fronte mare di circa 160 metri. Il chiosco è rappresentato da una struttura coperta chiusa di circa 68 metri quadrati, costituita dal locale bar, da tre servizi igienici di cui uno per disabili, da tre spogliatoi pubblici a rotazione, di cui uno per disabili, e da due docce calde interne.

In prossimità dell’edificio sono disponibili 3 docce fredde mentre la spiaggia è suddivisa in tre aree: spiaggia libera, spiaggia destinata ad ombrelloni e sdraio, zona destinata ad attività complementari alla balneazione. Per la gestione, il Comune metterà a disposizione 50 ombrelloni, 50 lettini, 100 sdraio, 2 postazioni per bagnini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.