IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il cairese Alessandro Carnevale selezionato da rivista Usa tra i migliori artisti internazionali fotogallery

Sarà nel decimo volume dei migliori artisti internazionali della rivista newyorkese "International Contemporary Artist"

Cairo M. Ci sarà anche un savonese nell’edizione mondiale del X volume dei migliori artisti internazionali della rivista “International Contemporary Artist”, con sede a New York, in Lexington Avenue. Si tratta dell’artista Alessandro Carnevale che è stato selezionato per comparire nella pubblicazione.

Carnevale ha esposto le sue opere in tutto il mondo: New York, Hong Kong, Berlino, Parigi, Roma, Venezia, solo per citarne alcune, e critiche e saggi sul suo percorso artistico sono state scritte da Maurizio Maggiani, Gherardo Colombo, Stefania Carrozzini, Gerardo De Simone e Francesco Maria Fabrocile.

“Ho sviluppato tutta la mia ricerca artistica intorno ai temi e alle contraddizioni del mondo dell’archeologia industriale. Tema che ci attraversa in prima persona, da liguri e savonesi (personalmente, abitando nelle colline di Cairo, vivo il paesaggio industriale come una costante artistica e urbanistica), e che ho voluto ritrarre sul metallo che adopero come fosse una tela pittorica. Ho creato diversi ‘cicli’ di opere, ispirate ai ‘monumenti’ industriali ormai decaduti, su ferro, acciaio, zinco, alluminio, acciaio” spiega Carnevale.

“In questi mesi ho ‘sviscerato’ quest’urgenza espressiva: mi sono immerso in un universo laterale, ho raccolto impressioni, ricordi, prospettive. Ho ricercato i materiali consustanziali a questi luoghi perduti, raccogliendone le diverse tecniche di lavorazione, inventandone e sviluppandone altre. Sono passato dalle ruggini del ferro logorato dal tempo agli ossidi ricreati con processi alchemici, ho imparato a dipingere con il fuoco sugli acciai scuri, ho tentato di disegnare con la luce dei riflessi abbaglianti dell’alluminio, ho inciso lo zinco con acidi colorati, smalti industriali, fiamme ossidriche” conclude l’artista savonese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.