IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Detenzione di armi, certificato medico obbligatorio entro maggio

Più informazioni su

Provincia. Novità per chi detiene armi da fuoco: entro il prossimo 4 maggio 2015 dovranno produrre il certificato medico previsto, per il rilascio del nulla osta all’acquisto/detenzione di armi, dall’art 35 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, salvo che non sia stato già prodotto nei sei anni antecedenti alla data del 5 Novembre 2013 (come nel caso dei titolari di licenza di porto d’armi in corso di validità).

“Il certificato medico in questione è rilasciato dall’ufficiale sanitario (ASL) o da un medico militare – spiega la Polizia di Stato – dallo stesso deve risultare che il richiedente non è affetto da malattie mentali oppure da vizi che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e volere, Il richiedente, per ottenere tale idoneità dovrà presentarsi presso le dette Autorità Sanitarie, già munito di certificazione anamnestica, di data non anteriore a tre mesi”.

Il certificato, esente da bollo, dovrà quindi essere consegnato all’Ufficio Armi della Questura, per il territorio del Comune di Savona, oppure presso il Commissariato di Alassio e i Comandi Stazione dell’Arma dei Carabinieri di competenza.

“Se, entro la data di cui sopra, il detentore di armi non ha provveduto a quanto imposto dalla legge, verrà diffidato dall’Ufficio di Pubblica Sicurezza competente (Questura o Commissariati) a produrre la stessa certificazione entro 30 giorni, con l’eventuale possibilità di proposta, al Prefetto, di divieto di detenzione delle armi. Tali disposizioni sono contenute nel Decreto legislativo 29 settembre 2013, n. 121 recante “Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 26 ottobre 2010, n. 204, concernente l’attuazione della direttiva 2008/51/CE, che modifica la direttiva 91/477/CEE relativa al controllo dell’acquisizione e della detenzione di armi”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 247 del 21 ottobre 2013 ed in vigore dal 5 novembre 2013, art. 6″.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. ginettu
    Scritto da ginettu

    giustamente bisogna fare la visita dal medico per la detenzione dell’arma,OK……….
    Maaaaaaaaaaaa invece di pensare a ste cacate qui, perché non fanno la legge sugli OMICIDI di STRADA????? Ne ammazzano più le macchine che i fucili da caccia…….
    Ogni anno muoiono più persone uccise dalle macchine! Devono fare presto! La legge giusta sarebbe che se fai un lavoro come l’albanese che ne ha STRIMINATI 4 solo perché POVERETTO era UBRIACO FRADICIO ed è andato solo 34 KM contromano e non era in grado di capire, prima ti metto in galera una 20 d’anni poi quando esci, se fossi il genitore di uno di loro, ti falcio con la macchina in modo da non farti più camminare così non ammazzi più nessuno!!!!!! Poi capisci cosa hai fatto! Patente ritirata per incidente o alcool o droga??? Non te la do più! Se lo hai fatto una volta lo rifarai sempre. Ti becco alla giuda con la patente ritirata? Ti metto agli arresti domiciliari, così non gravi sullo Stato e sulla gente che paga le tasse.