IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Compie 75 anni e va in pensione monsignor Dante Lafranconi, ex vescovo di Savona

Fu anche coinvolto in un'inchiesta su Chiesa & pedofilia, ma la sua posizione venne archiviata dal gip Fiorenza Giorgi

Savona. Monsignor Dante Lafranconi, ex vescovo di Savona, oggi in servizio a Cremona, festeggia i suoi 75 anni, ovvero l’età pensionabile. Il presule è nato a Mandello del Lario (provincia di Lecco, ma diocesi di Como) nel 1940 da Albino e Giulia Bassini. Il vescovo ha deciso di rassegnare le sue dimissioni ma reggerà la Diocesi in attesa dell’arrivo di un nuovo pastore.

Lafranconi attualmente è vicepresidente della Conferenza Episcopale Lombarda; membro della Commissione Episcopale per la dottrina della fede, l’annuncio e la catechesi e presidente della Commissione regionale per la famiglia e la vita.

Il 7 dicembre 1991 era stato nominato vescovo di Savona-Noli, ricevendo la consacrazione episcopale il 25 gennaio 1992 nella Cattedrale di Como per la preghiera di ordinazione e l’imposizione delle mani di mons. Alessandro Maggiolini. Tra le prime preoccupazioni, ha indicato un recupero di serietà nella scelta cristiana con particolare attenzione alla spiritualità e alla preghiera.
Così ha promosso un convegno diocesano sulla pastorale familiare, mentre, nell’anno giubilare del 2000, si è svolto un altro incontro sulla spiritualità delle aggregazioni laicali. Il vescovo Lafranconi ha inoltre insistito sullo sviluppo della pastorale con particolare attenzione al mondo del laicato. L’8 settembre 2001 Giovanni Paolo II l’ha destinato alla Chiesa di Cremona nella quale ha fatto il suo ingresso il 4 novembre dello stesso anno.

Il presule ha anche tre fratelli: Giancarlo, Ermes e June, quest’ultima lo ha seguito sia a Savona e sia a Cremona. Dopo aver compiuto gli studi ginnasiali e teologici nel seminario diocesano, è stato ordinato sacerdote il 28 giugno 1964.

Per completare il percorso teologico è stato inviato a Roma, dove ha conseguito la licenza in Storia ecclesiastica presso la Pontificia Università Gregoriana e il diploma di Teologia morale presso la Pontificia Accademia Alfonsiana. Il 7 dicembre 1991 è stato eletto vescovo di Savona-Noli, mentre il 25 gennaio 1992 è stato ordinato vescovo nella Cattedrale di Como.

Lafranconi era stato coinvolto in un’inchiesta della magistratura savonese su “chiesa & pedofilia”. Ma, causa prescrizione, il gip Fiorenza Giorgi ha archiviato la sua posizione pur definendo il suo comportamento “assolutamente omissivo”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.