IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cisano, minoranza contro il sindaco Niero: “Pensa solo alle regionali, meglio tornare al voto”

Cisano sul Neva. “Tra un mese sarà Pasqua ma a Cisano Sul Neva, dal punto di vista amministrativo, sembra continuare il Carnevale ed essere ancora tempo di…bugie e scherzi. Mentre il Sindaco Massimo Niero motiva il mancato dissequestro con la richiesta da parte della Procura di ulteriore nuova documentazione tecnica necessaria allo sblocco dell’opera, sono ormai passati sette mesi da quando attraverso specifica delibera di consiglio comunale la vicenda del Palazzetto in località Cenesi sembrava, negli auspici della maggioranza, doversi risolvere in una semplice formalità con conseguente e veloce riapertura del cantiere”. Queste le dichiarazioni del gruppo di minoranza “Facciamo Cisano”, che torna all’attacco del primo cittadino e dell’amministrazione comunale.

“Evidentemente per la troppa fretta la micia fa i gattini ciechi. In questi giorni viene tirata in ballo la “validazione”, una sorta di verifica che tutta la procedura sia stata eseguita a regola d’arte, ma già tre mesi fa nel giornalino distribuito ai cisanesi si dava per imminente la ripartenza dell’opera anche grazie alla redazione del S.O.I (studio organico d’insieme)”.

“L’incarico per l’affido della stesura del S.O.I., delibera di giunta comunale 31/2014, risale a novembre, sei mesi dopo l’insediamento dell’amministrazione, eppure già a ottobre 2013 diversi cittadini tra cui anche chi oggi siede in maggioranza in una lettera al commissario prefettizio facevano notare, nei rilievi alla pratica, tra l’altro proprio l’assenza dello studio organico d’insieme” spiega il capo gruppo Agostino Morchio.

“Evidentemente come le bugie a volte anche la memoria può essere corta e fare brutti scherzi. L’opera che sta vedendo i tempi di realizzazione allungarsi e i costi a carico della collettività aumentare dimostra a nostro parere il pressappochismo della maggioranza ed il tentativo di mascherare le proprie responsabilità”.

“Evidentemente è più facile nascondere la cenere sotto il tappeto. In questo periodo ci pare che il primo cittadino, “impallinato dal fuoco amico” alle elezioni provinciali, nell’ambizioso tentativo di ridare vigore alla sua scalata politica con la nomination alle prossime elezioni regionali sia più attivo nel suo ruolo di referente in provincia per la candidata presidente Pd della Liguria che come sindaco per Cisano Sul Neva” aggiunge l’esponente di minoranza.

“Come amministratori a livello di principio riteniamo un’opportunità che il comprensorio possa esprimere un eletto a Genova, ma nel caso toccasse a Massimo Niero essendoci incompatibilità tra il ruolo di primo cittadino e quello di consigliere regionale, il nostro comune si troverebbe di nuovo senza vertice amministrativo”.

“Come cittadini riteniamo che determinare una gestione commissariale del paese è dare uno schiaffo sonoro ed intollerabile a tutta la comunità. Come Facciamo Cisano non vediamo l’ora di tornare alle urne per avere un’amministrazione diversa e più capace” conclude Morchio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.