IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caso Bolia, chiusa l’indagine anche per Tovo San Giacomo: verso archiviazione, ragioniere unico responsabile

A Calice Ligure 5 indagati nell'inchiesta della Procura

Tovo San Giacomo. Dopo la conclusione indagini per il Comune di Calice Ligure, per il Comune di Tovo San Giacomo ed eventuali responsabilità di amministratori e dirigenti l’inchiesta giudiziaria si avvia verso l’archiviazione e non ci sono altri indagati. Sul caso Bolia, il ragioniere morto suicida al centro di una indagine per una serie ammanchi nelle casse comunali a Calice Ligure (dove era dipendente) e Tovo San Giacomo (dove era consulente contabile), il pm della Procura di Savona Ubaldo Pelosi tira le fila dell’inchiesta, dopo la lunga serie di accertamenti e riscontri contabili svolti dai periti.

Il reato ipotizzato è quello di concorso in appropriazione indebita. Per il filone investigativo di Calice Ligure sono indagati due direttori di banca che, secondo gli inquirenti e gli elementi di prova raccolti, avrebbero avuto una condotta poco professionale nel non aver impedito a Bolia di prelevare i soldi dalle casse comunali. Iscritto nel registro degli indagati anche il revisore dei conti del Comune di Calice, il commercialista finalese Marco Guiot: l’ammanco complessivo che è stato stimato per l’amministrazione comunale ammonta a due mln di euro. Nell’ambito dell’inchiesta sono indagati per concorso in corruzione anche due fornitori del savonese, che Bolia avrebbe coinvolto per effettuare dei lavori coperti spesso con fatture false.

Per Tovo San Giacomo non sono state accertate altre responsabilità, ovvero Bolia avrebbe fatto tutto da solo e sarebbe quindi l’unico responsabile degli ammanchi (57 mila euro), senza la complicità o il benestare di qualcuno e con l’amministrazione comunale rimasta all’oscuro delle operazioni illecite del ragioniere suicida.

Entrambi i comuni savonesi, ora che si è conclusa la fase istruttoria dell’inchiesta, stanno già predisponendo l’azione legale per i risarcimenti a seguito degli ammanchi alle casse comunali, una procedura che comunque dovrà passare al vaglio della Corte dei Conti. Intanto il pm Pelosi dovrebbe far partire a breve gli avvisi di conclusione delle indagini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.