IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calcio, “Cinque domande” a Lorenzo Scalia, bandiera del Finale

Una vita calcistica dedicata alla squadra del suo paese

Più informazioni su

Finale Ligure. Lorenzo Scalia, vice capitano, una vita calcistica vissuta in simbiosi con il gruppo  e dedicata al Finale, sia nei momenti belli (come lo spareggio a Dronero per salire in Serie D), sia in quelli difficili (vedi il campionato di quest’anno).

Un’adattabilità tattica, unita alla giusta “garra” (termine argentino che significa grinta), al servizio della squadra del suo paese, sin dai primi calci… una bandiera, una “figura” di giocatore, che per fortuna esiste ancora, a rappresentare un tipo di calcio di cui ci piace scrivere, fatto di spessore umano ed attaccamento ai colori.

Chi è stato il tuo giocatore di riferimento ? “Se proprio mi devo identificare in qualcuno, pur non essendo io genoano, dico Marco Rossi; di lui mi piaceva la duttilità tattica e l’attaccamento alla maglia, perché per me, giocare per i colori giallorossi, rappresenta il massimo. Prima di tutto, conta sentire sulla pelle la maglia che indossi, poi viene il resto. In campo posso giocare “terzino” destro (ndr, esterno basso), ruolo che prediligo, ma anche mediano o ala (esterno alto)”.

Campionato difficile il vostro, come mai ?

“Le partenze, d’inizio anno e verso altri lidi, di giocatori di spessore, come Cocito, Capra e Puddu, hanno fatto la differenza in negativo; la nostra è una squadra formata da tanti giovani alle prime esperienze in campionati importanti come l’Eccellenza, inoltre l’infortunio di un ottimo elemento, come Condorelli, ci ha privati di un valido player. A tutto questo si deve sommare il fatto di non aver potuto giocare sul nostro terreno di casa (ndr, causa l’installazione del manto sintetico) e il doverci allenare sul campetto in terra battuta “del Viola”… insomma i problemi ci sono, ma si stanno risolvendo”.

Infatti guardando le statistiche del vostro campionato, balza addirittura all’occhio il fatto che il vostro rendimento è migliore in trasferta (5 vittorie, 2 pareggi, 6 sconfitte, 17 punti) che in casa (2 vittorie, 5 pareggi, 5 sconfitte, 11 punti). Per fortuna domenica prossima ci sarà l’esordio casalingo al “Felice Borel”…

“Era ora, è sul nostro campo che dobbiamo costruire le basi per la salvezza! Ci crediamo e lo vogliamo fortemente… l’Imperia è avvisata : domenica i tre punti sono fondamentali. Poi giocheremo a Sestri, in casa col Rapallo, fuori a Fezzano, per chiudere al Borel con la Cairese… un calendario difficile, ma non impossibile. Dovremo sfruttare le qualità delle nostre punte veloci e abili nelle ripartenze, come Zuloaga, Genta e Rocca, per fare male agli avversari”.

Mi pare di capire che nella diatriba tra “possesso palla sempre e comunque” e l’utilità del “contropiede e ripartenza”, tu scelga la seconda opzione.

“Tutta la vita, ciò che conta è la pericolosità e la capacità di andare a rete il più in fretta possibile”.

Mister Franco Villa, un passato da giocatore, è alla sua prima esperienza, dopo il settore giovanile, con i “grandi”, alla guida tra l’altro di una nobile e blasonata società come il Finale… il suo lavoro è ancor più arduo, cosa ne pensi ?

“Il mister si sta comportando bene, deve gestire pressioni non indifferenti dall’esterno e nel contempo, fare risultato… il suo ruolo non è facile, ma ci sa fare… è una persona disponibile al dialogo e se necessario al confronto; da parte nostra, in particolare gli ‘anziani’, come il capitano Enrico Perlo e il sottoscritto, gli stiamo offrendo la massima collaborazione, affinché una società importante come la nostra possa rimanere nel suo habitat naturale, l’Eccellenza”.

E allora, “suerte”, Finale !

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.