IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calcio, “Cinque domande” a Andrea Rocca, bomber del Finale foto

Attaccante moderno, dotato di buona tecnica individuale, che ama attaccare gli spazi in profondità.

Finale Ligure.  In settimana, Lorenzo Scalia, parlando della gara che il Finale doveva giocare contro l’Imperia, ha assunto le sembianze di un veggente : “Dovremo sfruttare le qualità delle nostre punte, veloci e abili nelle ripartenze, come Zuloaga, Genta e Rocca, per fare male agli avversari”.

Detto fatto, il Finale ha vinto 4-1 con i nerazzurri e uno dei giocatori citati, Andrea Rocca, ha segnato addirittura una tripletta, che ha consentito ai giallorossi di avvicinarsi in modo determinante alla meta salvezza.

Ha la vista lunga, Scalia, vero ?

“In effetti, se noi attaccanti troviamo il modo di sfruttare la velocità e gli spazi, attraverso azioni rapide di contropiede, possiamo essere molto pericolosi e così facendo, domenica scorsa abbiamo incamerato tre punti fondamentali per il mantenimento della categoria”.

Possiamo dire che la salvezza è dietro l’angolo ?

“Le possibilità di salvarci direttamente sono cresciute in modo esponenziale, ma tra il dire e il fare c’è di mezzo il gioco del calcio… che, con la sua imprevedibilità, spesso capovolge pronostici scontati sulla carta. Domenica ci attende una difficile trasferta con la Sestrese, ma qualora riuscissimo a uscire indenni dal Piccardo, le nostre percentuali di salvezza avrebbero un’impennata, tenuto anche conto del fatto che tra noi e la penultima in classifica (ndr, il Molassana) ci sono 10 punti… un spread importante. Insomma devo dire che, a differenza di altri team, saremo noi gli arbitri del nostro destino”.

Soltanto un mese fa, erano in pochi a pensare possibile una vostra rimonta …

“E’ così, esternamente aleggiava il pessimismo, ma non all’interno dello spogliatoio, dove la parola d’ordine era “crederci” e questo ha fatto la differenza”

Gran merito va riconosciuto a mister Villa…

“Certamente, la scelta di mettere Villa alla guida della squadra è risultata azzeccata; il mister ha lavorato molto sulla ‘testa’ di ognuno, tirando fuori motivazioni che erano venute meno; al resto abbiamo pensato noi, guidati dal capitano Enrico Perlo, che ci ha dato una mano importante dentro e fuori dal campo.

E poi mi sia consentito citare il mio ‘fratellino’ Johnny Zuloaga, davvero forte tecnicamente, che è entrato in sintonia col nostro gruppo, talmente unito, che ci frequentiamo anche fuori dal campo”.

Rocca, loanese del ’94, è un ragazzo “con la testa sul collo”, che riesce ad abbinare studio (da tecnico radiologico) e calcio, sport che lo ha visto iniziare nelle giovanili della Loanesi, per poi passare al Savona, negli allievi nazionali, finché mister Corda, a soli 17 anni, lo ha fatto esordire in Serie C, nella gara persa sul terreno dei “Fratelli Paschiero” di Cuneo per 4-3.

Dallo scorso anno è in forza al Finale… “un onore giocare per questi colori e per una società così importante”, dove ha segnato 9 reti nel primo campionato e già 7 nell’attuale, cui vanno aggiunti i 3 goal messi a segno in Coppa Italia (trofeo vinto battendo in finale il Ligorna).

Hai portato a casa il pallone firmato dai compagni, come usa in Inghilterra, quando si fanno tre reti ?

“La tripletta realizzata ai danni dell’Imperia, resterà indimenticabile, in una giornata in cui il Finale ha compiuto un passo quasi decisivo verso il proprio obiettivo e per giunta sul nuovo e meraviglioso impianto in erba sintetica del Felice Borel”.

Rocca è un attaccante moderno, dotato di buona tecnica individuale, che ama attaccare gli spazi in profondità, sfruttando l’ampiezza del fronte offensivo, grazie alla velocità che rappresenta la sua migliore qualità fisica, insomma per dirla alla Alessandro Diamanti : “I passi in avanti che puoi fare sono direttamente proporzionali alla rincorsa che hai preso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.