IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Balneari a confronto, il sindaco Camiciottoli: “Salvare il turismo costiero significa salvare anche l’entroterra” fotogallery video

Provincia. Domani, sabato 14 marzo, alle ore 10:30, presso la sala delle mostre della Provincia di Savona, un incontro con i balneari organizzato dal sindaco di Pontinvrea Matteo Camiciottoli e dall’associazione “Donnedamare”, al quale parteciperanno l’avvocato Marco Mori, il candidato alla presidenza della Regione Edoardo Rixi e l’ex presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza.

“Qualcuno ironicamente ha dichiarato che il sindaco di un paese come Pontinvrea ora vuol fare il salvatore dei balneari, mai dichiarazione fu cosi poco lungimirante, perché in una visione di rilancio turistico della regione, e quindi dell’entroterra, non si può prescindere dall’eccellenza che oggi è il turismo balneare, e la professionalità dei suoi operatori. Domani toccheremo il tema di quel paravento che le istituzioni utilizzano per portare gli imprenditori balneari all’esproprio delle aziende, i trattati europei, lo faremo con l’avvocato Marco Mori, e il candidato alla regione Rixi” dice il sindaco Camiciottoli.

“Oggi siamo convinti che non si possa mettere più di mille famiglie di imprenditori e i loro dipendenti in mezzo ad una strada in nome dell’Europa che con l’avvallo del governo Italiano viene a fare la spesa nel nostro paese permettendo alle multinazionali di acquistare una delle parti più belle del nostro territorio, e mettere in mezzo a una strada 30.000 a livello nazionale”.

“Siamo convinti che si debba prendere un impegno preciso a livello regionale, avremmo voluto invitare anche l’assessore candidato del centro Sinistra, ma abbiamo visto che domani sarà impegnata a fare campagna elettorale in riviere con la passerella insieme al sottosegretario D’Angelis per promettere la realizzazione di lavori per la messa in sicurezza dei rii che ogni ano creano problemi al territorio ingauno, speriamo che non sia cominciata l’operazione 80 euro preelettorale”.

Conclude Camiciottoli: “Domani consegneremo una proposta di legge regionale che vuol essere un primo punto fermo per cominciare concretamente la battaglia perché entroterra e costa possano sviluppare un’offerta turistica all’altezza della Liguria, nel nome della continuità ed il mantenimento delle imprese e dei posti di lavoro”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da On the Right

    Attaccati con le unghie e con i denti al trespolo!!
    Però l’errore di fondo non riescono a cancellarlo perchè dichiarano:” multinazionali di acquistare una delle parti più belle del nostro territorio”; lo volete capire che nessuno compra niente perchè non è ne vostro ne sarà delle multinazionali!! La spiaggia è di tutti, ce lo mettiamo in testa!!!
    Una volta capito questo allora se ne può parlare.