IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Amarcord Alassio: tornano i campioni del Mondo ’82, una due giorni di grandi eventi foto

Ci saranno davvero tutti, da Zoff a Gentile, a Cabrini, a Causio a Tardelli, tutti ospiti al Grand Hotel

Più informazioni su

Alassio. Orfana di grandi eventi, Alassio all’insegna dell’amarcord e rivive l’emozione del ritiro della Nazionale di Calcio Campione nel Mondo nel 1982. La città del Muretto attende, infatti, l’arrivo il prossimo 26 marzo dei campioni del Mondo: ci saranno davvero tutti, da Zoff a Gentile, a Cabrini, a Causio a Tardelli, tutti ospiti al Grand Hotel per una due giorni di eventi calcistici e non solo, con diverse iniziative collaterali: per loro la firma di una nuova piastrella sul Muretto alassino, che sarà posizionata accanto a quella già esistente, insomma una “doppia piastrella” a testimoniare il legame dei campioni del Mondo ’82 con Alassio, considerata porta fortuna per la successiva vittoria in Spagna.

mondiali 82

“La cosa che ci ha sorpreso è stata l’adesione di quasi tutti i giocatori della rosa – commenta il sindaco Enzo Canepa -: una Nazionale fantastica, che è rimasta nei cuori di tutti i tifosi. Ci stiamo preparando ad accoglierli e stiamo definendo gli ultimi preparativi per le numerose iniziative previste con i campioni del Mondo: per Alassio sarà un grande evento ed una bella vetrina…”.

“Nel mese di marzo come manifestazioni abbiamo puntato molto sullo sport e continueremo a farlo – aggiunge il primo cittadino alassino -. Sport amatoriale porta turismo e a costi limitati. Il problema è anche quello delle risorse, con la legge di Stabilità che ci vede costretti a limitare le spese, ma questo deve togliere il meno possibile alla nostra programmazione per la città”.

E con la moria di locali e discoteche e l’assenza di altri grandi eventi, in primis Miss Muretto, Alassio si prepara alla stagione estiva 2015 e giovedì ci sarà un incontro tra l’amministrazione comunale e le categorie economiche per definire assieme il programma di manifestazioni: certo, il budget sarà limitato e per questo i privati dovranno fare la loro parte”.

“Su Miss Muretto – conclude il sindaco Canepa -, si tratta di un format privato e spetta a lui una decisione. Noi non possiamo fare nulla in tal senso. Certo auspichiamo un ritorno e siamo disponibili, ma non dipende dalla nostra volontà”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vivalassio

    Lodevole iniziativa ma, per favore, non cominciamo a lamentarci per mancanza di fondi…
    E’ mai possibile che il Comune di Alassio debba sempre “piangere miseria”?

  2. Scritto da On the Right

    Salve Canepa, mi permetto di fornirle qualche idea per risollevare un po’ la Alassio giovane senza dover sempre aspettare il privato che si inventi qualcosa (vedi la Festa all’aereoporto della Suerte).
    Contattare tutte le radio principali e far fare tappa ai loro Tour ad Alassio; contattare la Wind, Vodafone e Tim e con loro pensare ad un evento.
    Liberare una volta alla Settimana in estate 4 o 5 spiagge dai lettini e dagli ombrelloni e fare Feste in spiaggia (Andora lo fa da anni con Pinamare senza problemi)infondo le spiagge sono di tutti anche se non sembra;
    chiedere al pubblico di subentrare nella organizzazione di Miss Muretto (per il privato deve essere un fatto di guadagno per il Comune pur di avere un ritorno si può anche perdere qualcosa). Buttiamo soldi tutto l’anno in cavolate che non servono nulla, quindi. Ma è normale programmare la corsa di bici di Alassio il week.end della Festa della Donna quando Alassio è già piena di suo?? Non era meglio rimandare di una settimana? Ma chi gli fa i calendari??
    Pensate anche ai giovani, l’Ubrecche non può fare tutto da solo!!