IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alla Sanac di Vado cassa integrazione per 69 operai

Ma l'accordo tra sindacati e azienda non è ancora stato firmato in attesa di un incontro al ministero dello Sviluppo Economico

Vado Ligure. Alla Sanac di Vado Ligure, azienda specializzato nelle produzioni di refrattari industriali, scatterà la cassa integrazione a rotazione per 69 lavoratori. A comunicarlo ai sindacati è stato il responsabile del personale del gruppo Ilva Guido Penasa  durante un incontro presso lo stabilimento vadese.

I sindacati in attesa di incontrare l’azienda al ministero dello Sviluppo Economico entro fine mese non hanno firmato il verbale di cassa, prendendo semplicemente atto della situazione che è stata presentata e che è dovuta al lasso temporale necessario a recuperare la liquidità per l’acquisto di materie prime che consentiranno poi alla Sanac di portare a termine le commesse che attualmente ha in corso.

“Per ora in cassa integrazione a rotazione su 104 lavoratori ne abbiamo 35 – 45. Il responsabile del personale di Ilva ci ha detto che si può arrivare ad un massimo di 69 – spiega Corrado Calvanico, segretario della Femca Cisl – Abbiamo sicuramente preso atto di una situazione che già conoscevamo, ma non abbiamo ancora firmato alcun accordo riservandoci di farlo dopo la discussione complessiva su Sanac che avremo a Roma al ministero dello Sviluppo economico entro fine mese, al massimo agli inizi di aprile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.