IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, minoranza all’attacco: “Con Fior d’Albenga Riccardo Tomatis ottimo falsario” foto

Albenga.“Abbiamo girato e rigirato sotto le torri. Complimenti sinceri alla Floras e a tutti i dipendenti dell’Ufficio comunale del turismo che, ogni anno, con grande sforzo e sacrificio regalano al centro storico di Albenga un’intensa atmosfera di profumo e colori della nostra piana. Bisognava, però, arrivare alla 14° edizione di questo grandioso evento, per apprendere, dalle delibere di giunta comunale, che Fior d’Albenga, ideata e realizzata dal 2001 per la promozione delle eccellenze tipiche di Albenga nel campo dell’agricoltura e della floricoltura, è improvvisamente diventata, quest’anno, una delle quattro manifestazioni accessorie e collaterali al Giro d’Italia 2015″. Lo dichiarano in una nota congiunta i consiglieri comunali capigruppo di Lega Nord, Cristina Porro, e di Forza Italia, Eraldo Ciangherotti.

Prosegue la nota dei due consiglieri: “E ci voleva la fantasiosa e originale capacità di contraffazione del vicesindaco Riccardo Tomatis, per portare un atto simile di indirizzo politico all’approvazione dell’intera giunta comunale. Solo così si possono, ora, spiegare i ripetuti appelli ad evitare polemiche, lanciati, domenica scorsa, al momento dell’inaugurazione, dal sindaco Giorgio Cangiano e dall’On.le Franco Vazio”.

“Tutto questo, in verità, per camuffare, giustificare e spalmare il costo esorbitante di 250 mila euro per un evento, il Giro d’Italia, che si consumerà in un’unica giornata, a metà maggio, alla vigilia delle elezioni regionali. Tutto questo, in realtà, per poter contraccambiare i contributi degli sponsor pubblici (Comune di Alassio con 20.500 euro, Andora con 15.000 euro, Finale Ligure con 15.000 euro, Laigueglia con 10 mila euro, Villanova con 1500/2000 euro) con le piccole aiuole a loro intitolate ma sempre interamente realizzate dai volontari di Fior d’Albenga”.

“Chissà se il prossimo passo di Riccardo Tomatis sarà quello di pinzare alle ricette rosse mutualistiche dell’Asl 2 savonese il percorso del Giro d’Italia 2015, come già capitato in passato a mò di santino elettorale” conclude la minoranza albenganese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da hadrianus

    Vi rode non essere voi a organizzare l’evento vero ?