IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, i Fieui di Caruggi scrivono al vescovo Borghetti e gli chiedono di schierarsi “con i leoni”

I Fieui: "Riteniamo giusto che la Chiesa per prima debba tenere un atteggiamento di rispetto verso la cultura ed i beni artistici, patrimonio della collettività"

Albenga. Una lettera aperta per chiedergli di schierarsi “con i leoni”. E’ quella che i “Fieui di Caruggi” hanno inviato al vescovo coadiutore di Albenga monsignor Guglielmo Borghetti.

“Caro Monsignore – comincia la lettera – come fieui di caruggi (ragazzi dei vicoli) di Albenga Le diamo un sincero benvenuto nella nostra amata città ed in particolare nel cuore del centro storico. Le auguriamo un lavoro operoso e proficuo per risolvere i problemi della Diocesi che sappiamo numerosi e rilevanti. Siamo consapevoli che il suo impegno, non facil , richiederà tempo e dovrà tenere conto senza dubbio di alcune priorità. Tuttavia ci permettiamo di sottoporre alla Sua attenzione un problema che si trascina da anni senza soluzione e che ha creato e crea tanto malcontento tra i residenti e gli ospiti di Albenga, certi che lei saprà e potrà risolverlo in breve tempo con buonsenso e volontà positiva”.

“Piazza dei Leoni, antistante il Palazzo Vescovile, di proprietà ecclesiastica, è uno dei luoghi più suggestivi ed ammirati del centro storico ingauno – ricordano i “ragazzi” – Uno scrigno colmo di tesori religiosi, artistici, storici ed architettonici. Per molto tempo un cartello della Sovrintendenza posto accanto alla piccola edicola mariana vietava a norma di legge il parcheggio delle auto in tale piazzetta. Poi, improvvisamente, il cartello è stato tolto da mano ignota e da allora il luogo è diventato un parcheggio ‘selvaggio'”.

La situazione, come noto, non è agevole: “Auto, motocicli, furgoni, camion vanno, vengono, sostano e non solo impediscono la fruizione di tale angolo della città, ma danneggiano il prezioso ciottolato sottostante (riseu). Per questo alcune associazioni e gruppi di tutela del centro storico, come Tra le torri e Vivailvicolo, hanno dato vita ad una civile forma di protesta denominata #iostoconileoni, alla quale abbiamo aderito anche noi, fieui di caruggi, per dare voce alle lamentele di tanti, ma proprio tanti cittadini e visitatori”.

Da qui la richiesta: “Siamo certi che lei capirà che in tutto questo non c’è alcuna ombra polemica, ma riteniamo giusto che la Chiesa per prima debba tenere un atteggiamento di rispetto verso la cultura ed i beni artistici, patrimonio della collettività. Sicuramente sarà possibile trovare con l’amministrazione comunale un’intesa per ottenere alcuni parcheggi riservati nelle vicinanze del centro storico e liberare Piazza dei Leoni dalle auto. Speriamo di non essere troppo sfacciati chiedendo anche a Lei di dire #iostoconileoni. Sarebbe davvero un buon inizio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.