IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, caserma Turinetto: concessione gratuita alle associazioni in cambio della “bonifica” fotogallery

Albenga. Un anno di concessione gratuita in cambio della bonifica e pulizia dell’area e la sua sorveglianza. E’ questo il “patto” stretto dall’amministrazione del sindaco Giorgio Cangiano con l’Associazione 506Th Pir (soft air) e l’Asd Ucla 1991 Pacan Bagutti (mountain-bike) per cercare di restituire decoro all’ex caserma Turinetto, che ora versa in condizioni non proprio ottimali.

A dicembre l’intera area è diventata di proprietà del Comune, che vi realizzerà il polo scolastico ingauno. “Il progetto è in fase di studio – spiegano dal palazzo civico – ma nel frattempo l’area versa in pessime condizioni ed è diventata rifugio di balordi ed irregolari “magazzino” per refurtiva. I numerosi controlli effettuati dalla polizia municipale anche su segnalazione degli abitanti hanno permesso di rinvenire biciclette, motorini ed ogni altro genere di oggetti”.

Una situazione che andava risolta. Perciò nella sua ultima seduta la giunta comunale ha preso una decisione: affidare per un anno la caserma alle due associazioni perché vi organizzino attività ludiche e sportive per i ragazzi. In cambio, i due gruppi effettueranno la bonifica e la pulizia dell’area e si occuperanno anche della sua sorveglianza, impegnandosi a restituire l’immobile in caso al Comune servisse prima.

Le due associazioni hanno intenzione di estendere alla protezione civile, “Start Softairpolice di Savona”, all’Asd Shooting Albenga ed altre associazioni l’uso della struttura e di garantirne tutti insieme la sicurezza.

Afferma il sindaco Giorgio Cangiano: “L’area versa in condizioni pessime e questa soluzione temporanea consente di ‘popolare’ la caserma di ragazzi e di addetti alla sicurezza che potranno praticare le discipline sportive e nel contempo garantire un’assidua vigilanza, il controllo, la pulizia e lo smaltimento dei rifiuti. Sottrarre alla microcriminalità la caserma e restituirla alla città in questa fase transitoria darà ai cittadini che abitano nella zona tranquillità e la garanzia che le attività criminose e l’utilizzo abusivo della caserma cesseranno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pinco
    Scritto da pinco

    Comunque SI, DISSENTO IN QUANTO QUESTA DECISIONE E’ INADEGUATA E POCO ISTITUZIONALE.

  2. Scritto da hadrianus

    Mi pare che qui se c’è q.cuno che dissente sei proprio tu caro pinco perché se ti va di sapere non sono proprio un compagno.
    Ribadisco soltanto che le critiche vanno accompagnate da proposte alternative ( che magari sono migliori e accettabili rispetto ad altre ).
    Ripeto : hai qualche idea migliore per utilizzare quell’area ? io no, e siccome mi piacciono le favole credo in questa e sarò ben lieto di vederne la fine.
    Con simpatia.

    1. pinco
      Scritto da pinco

      Senza soldi non si fà niente.
      Il comune incamera credo ingenti somme da IMU TASI TARI: che ne impieghi una parte per una seria bonifica e messa in sicurezza degli accessi abusivi. Se invece piace credere alle favole,. cioè che quattro giocherelloni di guerra simlata con mimetiche e M16 di plastica insieme ad appassionati di tiro a segno/tiro dinamico con le armi che UFFICIALMENTE NON POTRANNO USARE NELL’AREA e che quattro vontari dell’AIB con un decespugliatore saranno in greado di bonificare l’area ..dobbiamo metterci daccordo sulle aspettative del Comune e sui termini! Il tutto senza contare i RISCHI di inviare SOGGETTI PRIVATI ( LA PROT. CIVILE TALI SONO, VOLONTARI E LL’ìALTRA ASSOCIAZIONE AGISCE COME UN SOGGETTO PRIVATO ANCHE SE TRA LE LORO FILA C’E’ QUALCHE GENERALE DI CORPO D’ARMATA)
      in un AREA PUBBLICA OGGETTO DI SCORRIBANDE/RITROVO DI EXTRA-COMUNITARI E FORS EANCHE DI MALVIVENTI… IN questo caso invece cosa si stà legittimando..INFORMALEMENTE… L’INTERVENTI DI PRIVATI IN AZIONI DI PUBBLICA SICUREZZA????? FARANNO LE RONDE COME VOGLIONO I LEGHISTI? :-)
      MAH… VEDI TU!

  3. pinco
    Scritto da pinco

    E’ noto che ai “compagni” dia fastidio il dissenso.
    Questa trovata alternativa è oltremodo inadeguata rispetto alla realtà della Turinetto.
    Strano che tutti i rischi e le implicazioni del caso siano stati soffocati dall’entusiasmo facilone di questa soluzione ridicola.
    Il sito presenta pericoli strutturali noti e non, è frequentato da extracomunitari e probabilmente è usato anche da malviventi per attività illecite come spaccio e affini.
    Pensare di far “vigilare” in un AREA PUBBLICA dei privati cittadini ovviamente senza alcuna competenza in materia di Pubblica Sicurezza oltre ad esporre i medesimi, ancorchè emuli di Rambo o anche la stessa Protezione Civile mi pare azzardato e potrenzialment epericoloso anche per eventuali responsabilità dalle quali il copmune non potrà esimersi in caso di qualche incidente. Se ad hadrianus irrita che altri la pensino diversamente è un problema suo e può tranquillamente tacere lui stesso…Inoltre, l’Asd shooting
    mi risulta esser eun associazione di tiro sportivo ocn armi da fuoco… Anche se gli iscritti sono anche membri dlel forze dell’ordine mi pare improbabile che potranno esercitarsi nella caserma come in un poligono con le armi da fuoco!!!… Quindi sorgono perplessità sull’utilizzo effettivo dell’area e delle strutture…: COSA CI VANNO A FARE DENTRO S ENON POSSONO SPARARE NEMMENO UN COLPO? SI ADEGUERANNO E FARANNO COMUNELLA CON QUEGLI ALTRI CHE FANNO LA GUERR AVIRTUALE CON LE ARMI A PALLINI DI PLASTICA? … Sulla bonifica invece anche qui co spono delle perplessità..prima di usare paroloni sarebbe meglio considerare che nelle caserme non basta una scopa e un sacchetto.. Provvederanno al decespuglamento? rimuoveranno le macerie esistenti? Disboscheranno?
    Credo che prima di trasformare quell’area in un generatore di casini sarebbe meglio che il Comune chiarisse tutti questi aspetti e no si abbandonasse a soluzioni arrafazzonate inadeguate. Non è disfattismo ma concretezza.. oppure piacciono le favole e sentirle raccontare?

  4. Scritto da hadrianus

    Ma è possibile che ogni qualvolta l’amministrazione tende a fare qualcosa di buono c’è sempre ” un pinco pallino ” che ha da ridire ?
    Mi sembra che l’iniziativa sia ottima sotto ogni profilo e queste società penso non siano così stupide da mettere in pericolo i ragazzi loro iscritti.
    Criticare va anche bene ma bisogna saper suggerire soluzioni alternative se ne siamo capaci ! diversamente è meglio tacere

  5. aronne piperno
    Scritto da aronne piperno

    Per completezza se si legge la delibera di giunta specifica che il Comune ha diritto di veto sulle associazioni che vi entrano…..altro che all’insaputa!!