IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, il viceministro Davide Faraone incontra gli studenti dell’alberghiero foto

Alassio. Davide Faraone, viceministro del Miur, ha fatto visita oggi pomeriggio all’Alberghiero Giancardi di Alassio. E’ stato ricevuto dal preside Tommaso Berruti, dallo staff dei docenti e dall’amministrazione comunale. La sua visita rappresenta un augurio per i ragazzi che rappresenteranno gli istituti alberghieri della Liguria al prossimo Expo 2015 di Milano.

Questa sera alle 20.45 presso la sala San Carlo in via Roma ad Albenga, Faraone incontrerà gli albenganesi. “Sarà un’occasione di confronto sul decreto legge la “buona scuola” del Governo ma non solo; parleremo anche di territorio, delle nostre offerte formative, delle esigenze e dei progetti. Sarà un momento dedicato a tutti, genitori, ragazzi, cittadini e non solo addetti ai lavori”, fa sapere Alessandro Andreis, segretario cittadino del Pd. L’incontro, promosso dal circolo Pd di Albenga e coordinato dalla delegata savonese scuola del PD Gabriella Altare, è stato possibile grazie all’interessamento ed al lavoro svolto a Roma dall’onorvole Franco Vazio. Interverranno l’assessore regionale Raffaella Paita e il suo collega Pippo Rossetti (scuola, università, formazione). Introdurrà i lavori il sindaco di Albenga Giorgio Cangiano.

Davide Faraone, nato a Palermo il 19 luglio del 1975, dal 9 dicembre è il responsabile nazionale di Welfare e Scuola del Partito Democratico. Ha portato avanti in prima persona battaglie politiche importanti, tra le quali: la riduzione da 90 a 50 deputati regionali all’Ars, presentando l’unico disegno di l in tal senso; l’abolizione del privilegio riservato al solo personale dell’Amministrazionregionale di andare in pensione grazie a benefici della legge 104 (le cosiddette “baby pensioni) presentando l’unico disegno di legge sulla materia; lo svincolo di ipoteche che gravano sui beni confiscati alla mafia e per l’istituzione del reddito minimo garantito (assegno di disoccupazione) a sostegno e in favore  dei  soggetti  disoccupati,  inoccupati o precariamente occupati; l’istituzione, in ogni comune siciliano, della consulta dei cittadini migranti, diventata legge.  Porta la sua firma, come deputato all’aBssemblea siciliana, la legge regionale che obbliga tutti i consigli comunali siciliani a istituire la consulta degli immigrati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.