IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al campus universitario di Savona un corso per piloti di droni foto

Savona. Pilotare i droni conseguendo la certificazione Enac ed poter essere anche un volontario specializzato nelle riprese aeree della protezione civile. Questi sono i due obiettivi che ha portato il Dipartimento di Protezione Civile dell’Associazione Nazionale degli Alpini e il Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi dell’Università degli Studi di Genova a co-organizzare presso il campus universitario di Savona il primo corso specifico di certificazione per piloti droni in ambito di Protezione Civile.

L’iniziativa, la prima sul territorio nazionale in una università statale, sarà indirizzata ad un primo gruppo di volontari e studenti universitari provenienti da Liguria, Piemonte, Lombardia e Veneto, e sarà svolta grazie alla disponibilità dell’Aero Club di Casale Monferrato, scuola abilitata Enac.

Il prossimo 20 marzo partiranno le lezioni tenute da istruttori certificati dell’Aero Club di Casale Monferrato, che sono però anche professionisti operanti dentro al nostro Campus. Questa opportunità, unita alla posizione logistica di Savona e la presenza dei ricercatori Unige e della Fondazione Cima, permetterà di integrare l’esperienza dei volontari di Protezione Civile con gli studenti del Campus, al fine di fornire non solo la certificazione di piloti Sapr (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto, il termine legale con cui si identificano i droni) ma anche promuovere la cultura del volontariato civile in ausilio della Protezione Civile.

“L’iniziativa è collegata ad un progetto di ricerca – spiega il professor Gianni Vercelli – che prevede la costituzione di Squadre Droni della Protezione Civile, con compiti di ‘Search & Rescue’, cioè la ricerca dei dispersi in aree montane e il monitoraggio aereo di zone a rischio in caso di eventi di tipo alluvionale. A tale impegnativo progetto, coordinato dal Dibris, collaborano l’Ana, il Comune di Fossano (CN), il Cnit, l’Università di Trieste e la Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia, e, grazie al patrocinio del Comando delle Truppe Alpine, vedrà coinvolti nella formazione anche alcuni militari-volontari del Primo Reggimento Artiglieria da montagna, lo stesso che intervenne durante gli ultimi eventi alluvionali a Genova e in Liguria”.

Il corso sarà svolto da istruttori abilitati Enac dell’AeroClub di Casale Monferrato e i costi di docenza saranno a carico dell’Ana e del Dibris. La selezione dei partecipanti (10-12 massimo) è coordinata dall’Università di Genova e verrà data prioritariamente opportunità a studenti universitari del Campus e volontari dell’Ana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pinuccia

    Spero che la prossima volta si tengono presenti anche i più “anziani” bisognosi di aggiornarsi per utilità o per ritrovare un lavoro. I droni sono il futuro…

  2. Tex Murphy
    Scritto da Tex Murphy

    Certo che dare questa notizia a tre giorni dall’inizio del corso ….buonanotte.