IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Varazze uno Sportello d’Ascolto per gli studenti

E' uno spazio interno alla scuola gestito da un esperto nelle problematiche adolescenziali,

Varazze. Il VIDES (Volontariato Internazionale Donna Educazione Sviluppo) di Varazze, con il contributo economico della Fondazione De Mari, ha attivato presso l’Istituto Secondario di Primo Grado di Varazze e Celle lo Sportello d’Ascolto per l’anno scolastico 2014/2015, gestito dalla dottoressa Valentina Bigatto, psicologa e psicoterapeuta.

Lo sportello d’Ascolto è una tipologia di intervento diffusa in molte scuole italiane e si colloca nell’ambito dei progetti di prevenzione del disagio giovanile, permettendo di intervenire precocemente su situazioni che potrebbero compromettere il percorso di maturazione affettiva, relazionale e scolastica del ragazzo.

L’obiettivo primario è aiutare il singolo ragazzo ad individuare le proprie risorse e/o ad individuare eventuali risorse alternative, sia interne che esterne, rendendolo più equipaggiato ad affrontare il problema evidenziato. Lo sportello è uno spazio di consultazione, non di diagnosi e psicoterapia. Infatti in caso si evidenzi la necessità di approfondimenti diagnostici o di una presa in carico terapeutica è fondamentale la collaborazione con la rete delle risorse del territorio deputate a tali interventi specifici.

Il VIDES, da sempre attento alle problematiche dei giovani e della famiglia, ha proposto tale attività nell’Istituto Comprensivo Celle-Varazze, trovando un importante appoggio e conseguente collaborazione da parte della Dirigenza Scolastica e del Collegio Docenti.

Lo Sportello d’Ascolto è uno spazio interno alla scuola gestito da un esperto nelle problematiche adolescenziali, dove possono accedere liberamente i ragazzi che ne sentono il bisogno per  avere un aiuto ad affrontare alcune difficoltà che fanno parte del normale processo evolutivo.

La risposta degli alunni frequentanti le due scuole è stata positiva: i ragazzi stanno infatti usufruendo adeguatamente dello spazio a loro disposizione, motivati a confrontarsi con un adulto competente per individuare strategie più efficaci di risoluzione delle loro difficoltà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.