IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Villanova d’Albenga “ruba” la Piaggio a Finale Ligure: benefici immediati per il piccolo borgo

Villanova. Un paese piccolo, con attività commerciali a gestione famigliare e senza strutture per la grande distribuzione organizzata; una fabbrica tutta nuova, con centinaia di dipendenti che lavorano molte ore al giorno e in tanti casi si trovano a grande distanza dalle loro abitazioni. Sembrano essere fatti l’una per l’altra Villanova d’Albenga e la Piaggio, che da un paio di mesi ha lasciato il vecchio stabilimento di Finale per trasferirsi nella cittadina del comprensorio ingauno.

Piaggio Aero villanova lavoratori

I tanti lavoratori che ogni giorno si recano nella nuova fabbrica hanno inciso favorevolmente sugli equilibri sociali ed economici del borgo amministrato dal sindaco Pietro Balestra.

“Il bilancio dei primi due mesi di Piaggio a Villanova è certamente positivo – conferma il primo cittadino – Già dal periodo della costruzione abbiamo ricevuto benefici abbastanza importanti sull’indotto, perché gli operai che lavoravano in qualche modo ‘vivevano’ su Villanova. Evidentemente la stagione invernale non è delle migliori, ma i benefici si cominciano già a sentire su ristoranti, bar, affitti. Piano piano il personale della Piaggio arriverà anche ad acquistare casa”.

Per cementare ancora di più il rapporto, poi, si è attivata anche l’amministrazione: “Stiamo anche lavorando per creare eventi in modo tale da poter saldare la cittadina e la Piaggio, affinché non siano due entità distinte ma integrate. Lo stiamo facendo anche attraverso idee che stiamo mettendo in campo con l’azienda. La direzione generale si è detta disponibile a trovare soluzioni per queste possibilità. Già nella prossima estate vedremo un bel miglioramento rispetto a quanto sta già succedendo adesso”.

Villanova-Piaggio è un binomio che funziona: “Intanto è un binomio antico – ricorda Balestra – Già anni fa la Piaggio aveva un suo punto di lavoro sull’aeroporto di Villanova. Noi crediamo che sia sicuramente un binomio importante che possa solo essere implementato. L’area dove esiste ora la Piaggio potrebbe avere uno sviluppo a livello tecnologico aerospaziale, come è stato sottoscritto nell’accordo di programma di giugno. Noi siamo disponibili perché tutte queste sinergie si possano creare il più rapidamente possibile”.

Si guarda già a una prospettiva futura: “Piaggio si deve consolidare bene su Villanova. Credo che lo stia facendo in modo ottimale. Ci sarà tempo per pensare a ulteriori iniziative collaterali magari collegate anche con la stessa azienda”.

E loro, i commercianti, sono anche soddisfatti di come sta andando l’integrazione. “Le ricadute dell’arrivo della Piaggio cominciano a farsi sentire – conferma Maria Elisa Ferrari – Speriamo sia una buona occasione per rilanciare Villanova. E il turismo. Tanti lavoratori in un paese piccolo: speriamo che anche il commercio ne senta beneficio”.

La presidente del Civ Francesca Losno è d’accordo con la sua collega: “Alcune attività hanno beneficiato molto dell’arrivo di Piaggio – osserva – Soprattutto bar e ristoranti. Ci sono tanti lavoratori, famiglie con figli che sono venute a vivere qui. Speriamo che l’azienda cresca e che sempre più famiglie vengano a vivere a Villanova in pianta stabile. Per noi è una bella risorsa”.

Franco Scrigna è il titolare del bar “Attilio” e assessore comunale: “Noi servivamo già i lavoratori Piaggio negli anni ’40, prima del loro trasferimento a Finale. E’ stato un piacere riaverli qui come clienti. Speriamo che in futuro molti altri lavoratori (sia dipendenti che ingegneri) possano venire qui a Villanova. La nostra città ha una grande potenzialità: abbiamo una biblioteca e un centro congressi che possono contribuire alla promozione della Piaggio. L’obiettivo è proprio quello di promuovere iniziative di integrazione tra l’azienda, la sua storia e la cittadina villanovese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.