IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Verdi contrari all’uso del piombo e di arco e frecce per la caccia: “Pronti a denunciare Burlando se l’approverà” foto

Liguria. “L’intenzione della Regione Liguria di inserire nel programma dei lavori del Consiglio Regionale l’approvazione di una norma per autorizzare l’uso di munizioni con piombo nelle attività di caccia è un vero atto irresponsabile, condizionato palesemente dal clima elettorale”. A lanciare l’accusa sono i Verdi, che si dicono pronti addirittura a denunciare il presidente della Regione Claudio Burlando se dovesse approvare quella norma.

“L’uso di queste munizioni metterebbe seriamente a rischio la salute dell’uomo – spiega Gabriello Castellazzi, portavoce dei Verdi – le carni degli animali venute a contatto con pallini, o frammenti di piombo, ne conterranno dosi tali da provocare forme di intossicazione, con conseguenti fenomeni di astenia, anemia, osteoporosi e riduzione del volume delle masse muscolari (dati ISPRA-Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale). I dati scientifici sono certamente anche in possesso dell’Ordine dei Medici, e per questo ci aspettiamo un chiaro pronunciamento di chi è preposto alla tutela della salute pubblica in una situazione che vede la comunità già minacciata da tante fonti di inquinamento”.

Inoltre i Verdi, in accordo con l’Enpa, si dicono “assolutamente contrari alla caccia con arco e frecce: una proposta sadica, tenuto conto che generalmente gli animali raggiunti dalle frecce vengono solamente feriti, costretti quindi a soffrire per giorni fino ad una agonia che nessuna persona civile può ritenere accettabile. Si configura in questo caso un vero e proprio crimine sanzionabile secondo il Codice Penale, che punisce i maltrattamenti e la tortura degli animali. Infatti la stessa disciplina dell’attività venatoria ha dei precisi limiti, indicati nelle leggi vigenti; in sostanza ‘quando le modalità di attuazione sottopongano gli animali ad un aggravamento delle sofferenze’ si configura il reato”.

“I Verdi denunceranno quindi il Presidente della Regione Burlando se firmerà una legge palesemente contraria all’attuale normativa”, conclude Castellazzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ermes
    Scritto da Ermes

    Il piombo metallico non è per nulla dannoso, i sali sono tossici ma non il piombo metallico. Le alternative al piombo si che sono tossiche come il tungsteno che provoca leucemia ed inoltre essendo duri provocano rimbalzi pericolossissimi, ma forse è questo che sperano i verdi tanti incidenti per poter chiudere, dato che ora gli incidenti sono pochissimi, al contrario dello Sci ad esempio. La caccia con l’arco è l’ennesima stupidaggine del PD che non ne azzecca una.

  2. Scritto da bensa roberto

    perché non si fa una norma che uno per essere verde deve rinunciare a luce gas e auto ? poi allora possono definirsi verdi…..

  3. Scritto da briant88

    Le munizioni a base di piombo fanno male innanzi tutto agli animali destinatari di questi ordigni bellici , secondariamente provocano danni ingenti a chi li mastica determinando costosi crolli delle corone dentarie. Altri danni onestamente non ne vedo a meno che ognuno di noi non pasteggi quotidianamente con un succo al piombo che non credo sia in commercio perché organoletticamente sgradevole.
    Tra tutte queste considerazioni ritengo senz’altro che la prima sia la motivazione che dovrebbe fare la differenza.