IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trentalia, ancora atti vandalici a Savona: colpito il Vivalto consegnato il 23 dicembre foto

Savona. Ancora atti vandalici, ancora graffiti. Questa volta a farne le spese sono state cinque carrozze ed un locomotore in composizione a due treni Vivalto e un TAF in sosta del deposito di Savona.

Ad accorgersi del danno, provocato nei primi giorni dell’anno, è stato il personale di Trenitalia che opera nel vicino Impianto di manutenzione. I convogli sono rientrati in officina, dove sono stati quantificati oltre cento metri quadrati di superficie esterna graffitata. Uno dei due treni colpiti è il nuovo Vivalto consegnato alla Regione Liguria lo scorso 23 dicembre, in servizio sulla linea Genova-Busalla-Arquata Scrivia.

Per poter svolgere le attività di ripristino e pulizia sarà riprogrammata l’offerta commerciale, con possibili riduzioni del numero dei posti offerti a causa dello stop forzato dei treni danneggiati. Trenitalia ha inoltre sporto denuncia contro ignoti.

“Gli episodi di vandalismo ai danni dei treni – spiega Trenitalia – non accennano a diminuire e, oltre a provocare un danno economico e d’immagine all’azienda, continuano a procurare gravi disagi ai viaggiatori. L’abbattimento del fenomeno farebbe “guadagnare” ore di lavoro a vantaggio del miglioramento della qualità e della cura dei particolari, un servizio di cui beneficerebbe tutta la clientela. Senza i graffiti eseguiti illecitamente sui convogli ferroviari, inoltre, diminuirebbe anche l’utilizzo dei prodotti chimici utilizzati per la rimozione, le emissioni di CO2 e i rifiuti speciali, oltre alla quantità di acqua consumata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. carpenter
    Scritto da carpenter

    E la chiamano arte . . ,

  2. Kevin Flynn
    Scritto da Kevin Flynn

    e comunque, il fatto che, nel 2015, trenitalia non abbia approntato mezzi per evitare o filmare i delinquenti in questione, li rende pienamente complici.

  3. Scritto da daniele25365

    È chiaro che se fossimo in un’altra società questo non accadrebbe, ma quello che non riesco a capire che non si faccia nulla per contrastare questo tipo di vandalismo. Non è possibile monitorare il parco con un sistema di telecamere, oltre tutto non penso che ci voglia poco a rovinare 5 carrozze! Però una volta presi i responsabili non se la devono passare liscia soltanto con una tirata di orecchie!

  4. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    In una città vi sono un gran numero di cestini immondizia che finiscono nell’indifferenziata ….
    ecco una bella attività per …. redimersi …. una linea di differenziazione ….

  5. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Con tutta la disoccupazione che esiste in Italia perchè non si può far nulla?
    .
    E poj … una volta presi … un buffetto e via …. o qualcosa di,più?