IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tirreno Power, il ministro Galletti: “Se per ripartire c’e’ un problema tecnico pronti a risolverlo”

Vado L. “Obiettivo del ministero dell’Ambiente è salvaguardare l’ambiente, la salute delle comunità e i posti di lavoro. Oggi Tirreno Power non è ferma per le prescrizioni del Ministero, ma per un sequestro operato dalla magistratura. Un’Aia rigorosa, puntuale e attenta anche alle valutazioni espresse nel procedimento giudiziario rappresenta una condizione utile a sbloccare gli impianti, consentire la ripresa delle attività produttive e quindi tutelare l’occupazione”. Queste le parole del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, in risposta alle dichiarazioni dell’azienda dopo il Cda di Tirreno Power.

“Se c’è un problema tecnico, di tempistica, il ministero è pronto ad affrontarlo e a risolverlo. L’Aia è un’Autorizzazione, occorre ribadirlo, del tutto conforme alla legge e condizione probabilmente necessaria al dissequestro dello stabilimento” conclude il ministro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Franco Caprillo

    Ma Galletti dove stava? Da mesi si dice che i tempi dell’Aia sono sbagliati e inapplicabile, perché ha fatto il decreto se già lo sapeva che dovevano essere modificati?

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    I consumi energetici tendono a diminuire causa l’impoverimento della gente.

    il petrolio è sceso dai 120 di qualche anno fà a meno di 45 …. ancora il doppio dei 22 quando era un fattore determinante dello sviluppo economico dell’occidente.
    .
    In molti paesi le rinnovabili (che vanno viste come “indipendenza dalle forniture estere” ) si sviluppano con ritmi vertiginosi, leggo … con stupore misto a soddisfazione …. che in Germania ora rappresentano la prima fonte di energia, negli US i ritmi di sviluppo degli ultimi anni sono stati superiori al 60% annuo … ed ora si legge di ritmi che si avviano al 170% nel prossimo biennio ….
    .
    e noi … il paese del sole … ci attardiamo a guardare il carbone “importato” rimasto nella calzetta della Befana a perenne monito …… “cerca di migliorare” …..
    .
    Inutile girare intorno al problema … la Liguria può produrre ed esportare energia pulita senza inquinare il territorio basta la tecnoligia esiste e funziona benissimo .. ciò che non funziona è il sistema degli aiutini agli amici.
    .
    La disoccupazione si può vincere con politiche atte a favorire lo sviluppo e non mantenendo in vita aziende decotte con una forma deprecabile di “accanimento terapeutico” .
    .
    Non servono aiuti … ma semplificazioni burocratiche per trasformare in fonte di energia ogni tetto Ligure …. si guardi il sito del comune di Locarno in Svizzera … dove dipendenti pubblici si sono presi la briga di esaminare le piante satellitari e dipingere con evidenziatori di colore diverso i vari tetti presenti nel territorio …. fornendo una valida indicazione di investimento ai contribuenti locali ….
    e noi potremmo fare meglio … puntando sulla enorme massa di dipendenti pubblici che svolgono attività …. non significativa ….
    questi potrebbero fornire un servizio utile al cittadino ed alla comunità
    prendendosi in carico conteggi, programmazione interventi, garanzia sui finanziamenti … burocrazia … interventi chiarificatori nelle assemblee condominiali (spesso dominate da personaggi poco inclini ad accettare il mondo che cambia)
    .
    E. …. l’occupazione per un decennio … sarebbe in continua crescita … poi … gli impianti installati ormai resi obsoleti dal cintinuo sviluppo tecnologico di un comparto in espansione continua …. andranno sostituiti …
    .
    Dai … se non rende … se non è in grado di produrre ricchezza nel rispetto della vita in salute … buttatele quelle due calzette bianche e rosse piene di carbone che svettano nel cielo di Vado
    e dedicatevi ad uno sviluppo sostenibile ….. è il momento buono … ora quell’ energia sporca non serve … domani forse ma oggi è il momento per seguire strade.

  3. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Il pubblico deve evitare di regalare quattrini alla proprietà ….
    .
    Sono gli azionisti che devono provvedere a rendere funzionanti .. come prescritto … le strumentazioni oggi bloccate.
    .
    Le attività private devono … nel rispetto delle normative … produrre guadagno …
    se il guadagno deriva da aiuti di una politica capace solo di ridistribuire i soldi altrui … non ci siamo …. meglio chiudere e riservare i soldi per aiutare le maestranze incolpevoli a superare un periodo difficile …
    .
    un periodo difficile che si manterrà tale fintanto che le soluzioni sono sempre le stesse … regalare quattrini senza motivo.