IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tipica accoglienza ligure: a Savona spunta il locale “anti-bambini”. Scoppia la polemica

Più informazioni su

Savona. Sembrerebbe di essere in un film; il titolo, naturalmente, “Non è un paese per turisti”. Poi l’improvvisa illuminazione: che si tratti di un’altra scorreria del comico Fabrizio Casalino, alle prese con la tipica accoglienza ligure? Buio totale e ancora una volta la realtà supera la fantasia.

Alla fine, così come era partita la caccia al ristorante che sembrava inneggiare al Vesuvio, ecco iniziata la corsa per risalire all’esercizio commerciale che ha preso di petto l’emergenza “bambini indisciplinati” con misure a dir poco drastiche (e remunerative).

Lo spot negativo questa volta arriva da Savona: un locale, al momento ignoto, affigge fuori dalla porta gli orari di apertura e poco sopra un “avvertimento” per genitori e figli al seguito. “Avvisiamo la pregevolissima clientela – si legge testualmente – che ai genitori dei bambini trovati a vagare allo stato brado verrà addebitata una maggiorazione del 20% sul conto”. Bambini liberi e magari un po’ fastidiosi? Scatta, insomma, la “multa”.

Che la scritta non invogli ad entrare lo si capisce subito dalle reazioni degli internauti. Pubblicata su Facebook, la foto scatena un vero e proprio coro di proteste. Chi si sofferma sul termine “stato brado”, chi si indigna e invita a non mettere “più piede in un locale dove i gestori sono così poco rispettosi della loro clientela”.

Poi arriva la lecita supposizione: “avranno senz’altro un menu per bimbi con maggiorazione del 50%. Sarie curioso di sapere se per legge possono fare o scrivere ciò”. Infine ecco l’amara considerazione: “Savona è sempre più inospitale… Purtroppo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. corsaronero
    Scritto da corsaronero

    quoto in toto il ristoratore al ristorante si va per mangiare in tranquillità. Dove è il ristorante???

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Comunque … se possibile (magari il ristorante in questione svolge servizio di mensa … e risulta una scelta obbligata) io leggendo un cartello del genere … tirerei avanti senza commenti ma senza dedicare al locale stesso un minuto del mio tempo.
    .
    Buon appetito a chi invece ne approfitta.

  3. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Ad allontanare la gente dai ristoranti ci pensa già il sistema dei parcheggi residenti che rende difficile raggiungere un ristorante … non sotto casa … e per andare in quello sotto casa … ci vorrebbero motivazioni particolari … magari una zona giochi in cui i giovano possano sfogarsi … senza correre fra i tavoli.
    .
    Educazione … si può fare … con tre figli e. quattro nipoti Vi assicuro che non è difficile.
    .
    Non solo i bambini creano problemi se mal gestiti ….
    anni fà i commensali restavano impressionati quando lasciavo il tavolo del ristorante con il mio alano … di cui nessuno aveva sospettato la presenza …

  4. Scritto da alvaro felici

    Matetti & Merda Castigo didDIO!

  5. Scritto da Paolosv

    Come dare torto al cartello?! spesso ci sono ristoranti che i clienti trasformano in asili!
    questo ristorante?! IO CI ANDREI A MANGIARE VOLENTIERI!!!! non tollero i genitori che dimenticano i figli! i quali corrono e gridano per tutto il locale!
    Questo cartello è da 10 e Lode!!!! altro che liguria!