IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie D, l’ex Banegas punisce (3 a 2) il Vado: si ferma la striscia di vittorie di Tabbiani risultati

Più informazioni su

Vado Ligure. Si ferma contro il Bra la striscia di vittorie del Vado di mister Tabbiani. Subentrato a Buttu, l’allenatore rossoblù aveva collezionato tre vittorie importantissime. Il Bra, però, non si fa intimorire e si conferma una squadra con un super attacco.

Trascinati dall’ex Banegas, autore di un gol e di un assist, i piemontesi di mister Gardano violano (3 a 2) il “Chittolina” contro un Vado mai domo che lotta fino al fischio finale prima di arrendersi ai rivali.

Alla vigilia del match con il Bra, il Vado era al settimo cielo. L’arrivo di Tabbiani, infatti, aveva rigenerato i rossoblù e le vittorie, si sa, aumentano l’autostima.

Tre vittorie consecutive – l’ultima con la fortissima Caronnese – facevano sperare i tifosi di casa che, contro il Bra dell’ex Banegas, sognavano di conquistare il poker di vittorie consecutive.

Al fischio d’inizio del sig. Tedesco, mister Tabbiani mandava in campo il proprio undici con la seguente formazione: Lucia, Labate, Puddu, Sancinito, Venneri, Rusca, Figone (l’ex), Bianchi, D’Alessandro, Mair, Chiarabini. Tra gli ospiti guidati da mister Gardano, fari puntati sull’ex Banegas.

E proprio il mancino del Bra si mette subito in evidenza. La prima grande occasione capita proprio sui suoi piedi allo scoccare del quarto d’ora di gioco. L’argentino non si fa pregare e, sul filo del fuorigioco, punisce Lucia.

Il Vado subisce il contraccolpo e capitola nuovamente. Al 22’ è ancora lo spietato ex Banegas a far partire l’azione dalla destra, il suo cross raggiunge Provenzano che insacca la rete del doppio vantaggio.

Mazzata definitiva per i Tabbiani boys? Niente affatto visto che bomber D’Alessandro poco prima della mezzora di gioco (28’) riapre la partita con un diagonale da posizione defilata.

La partita è bella con gli ospiti bravi a far girare la palla ma con il Vado che non rimane a guardare. I rossoblù, prima della fine dei 45’, provano ad impensierire ancora il portiere del Bra ma non ci riescono e Banegas e compagni vanno al riposo in vantaggio di una rete.

Nella ripresa, i piemontesi sembrano tenere maggiormente il pallino del gioco. Per poco non chiudono la partita al 5’ quando Lucia è bravissimo e, con un colpo di reni, alza in calcio d’angolo il tiro degli avanti del Bra.

Mister Tabbiani prova a cambiare qualcosa mandando in campo prima Ferrara per Bianchi e, poi, Sassari per l’ex piemontese Figone. Ma la sostanza non cambia con gli ospiti che si rendono più pericolosi del Vado.

E, intorno alla mezzora, arriva la terza rete del Bra con Pirrotta che chiude definitivamente le sorti della partita. Il gol di Venneri all’89’ serve solo a rendere più emozionanti gli ultimi minuti di gioco. Ma la sostanza non cambia e il Vado si deve arrendere.

Per il Vado una sconfitta che non intacca, comunque, la bella reazione dei rossoblù che, nelle prossime partite, cercheranno di ripartire per conquistare la tanto agognata salvezza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.