IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie D, D’Alessandro con una tripletta mette le ali al Vado di Tabbiani. Partita iniziata con un’ora di ritardo risultati

Saint-Christophe (AO). Un super D’Alessandro trascina il Vado alla seconda vittoria (3 a 2) consecutiva esterna. Il giocatore rossoblù, nel secondo tempo, dopo che la partita era iniziata con un’ora di ritardo, realizza una tripletta da grande attaccante e, nella migliore tradizione inglese, ha il diritto di portarsi il pallone a casa.

Dopo la rigenerante vittoria sul campo del Borgomanero, mister Tabbiani, alla seconda partita sulla panchina dei rossoblù dopo il subentro a Buttu, andava alla ricerca della conferma in Vallée d’Aoste. Sveglia all’alba e partenza per la piccola regione di montagna.

Sonno perso inutilmente per i giocatori vadesi visto che il match, programmato per le 14.30, iniziava con ben un’ora di ritardo.

Incredibilmente il  direttore di gara Guarnieri di Empoli si vedeva costretto  a dare il via alla partita esattamente con 60 minuti di ritardo per le conseguenze del forte vento che si abbatteva sulla cittadina valdostana.

Le raffiche di vento, infatti, pochi minuti prima dell’inizio del match catapultavano un materasso presente sulla retrostante pista d’atletica su una delle due porte facendo “crollare” parzialmente la stessa.

Le operazioni di sostituzione della porta, sotto gli occhi vigili della terna arbitrale, andavano per le lunghe e consentivano il regolare inizio dell’incontro solo alle 15.30.

Superato l’imprevisto, le due squadre scendevano in campo con i padroni di casa che dovevano fare a meno di Del Duca, squalificato. In campo, invece, Galli, attaccante esterno arrivato in “Valle” nel mercato di riparazione; in panchina, infine, l’altro nuovo acquisto Casimirri.

Il Vado rispondeva recuperando in campo Sancinito dopo il turno di stop per squalifica ma con Rusca in panchina.

Il primo tempo era condizionato dal vento che non consentiva ai 22 in campo di intessere manovre di gioco apprezzabili di nota.

La prima azione da gol capitava al 18’ a Chiarabini che, a tu per tu con l’estremo di casa, optava per un pallonetto che si spegneva alto sulla traversa.

I padroni di casa rispondevano solo al 35’ con Galli che, prima di uscire per infortunio, entrava in area ma il suo tiro veniva contrastato al meglio da Lucia.

Nella ripresa, il Vado partiva forte e allo scoccare dell’ora di gioco era avanti di due reti. Il marcatore era sempre lo stesso, D’Alessandro che realizzava al 51’ e al 60’. Il doppio vantaggio, però, durava poco perché i padroni di casa accorciavano immediatamente le distanze con Orlando (62’).

Il Vado di Tabbiani, però, non si arrende facilmente e sa soffrire. La sofferenza terminava all’83 quando D’Alessandro, in splendida forma, trovava la terza rete personale e della sua squadra.

In chiusura, infine, arriva il secondo gol dei padroni di casa con Gerbaudo ma la sostanza, la vittoria rossoblù, non cambiava più.

Due vittorie consecutive che danno fiato alle speranze di salvezza dei rossoblù. Il cambio di allenatore, spesso, non porta i frutti sperati ma, finora, il presidente Tarabotto ha avuto ragione. Solo alla fine della stagione arriverà, però, l’ardua sentenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.