IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, stangata Tari. Incontro tra sindaco e commercianti: “I conti non tornano, auspichiamo misure dal Comune”

Savona. “Da una segnalazione pervenuta alla nostra sede i conti sulla Tari di Savona non tornavano: con dati e analisi abbiamo illustrato la forte incidenza di questa tassa. Il Comune di Savona e l’assessore Martino non era riuscito ad incontrarci e oggi, finalmente, c’è stato l’incontro con il sindaco Berruti sulle informazioni a disposizione di Confcommercio”. Così Fabrizio Cupis, presidente di Ascom Savona interviene sulla battaglia della categoria per la Tari, la tassa sui rifiuti, che penalizza il settore commerciale savonese.

protesta tari ascom

“Mi auguro che ci siano margini di manovra nel bilancio del Comune per rimodulare la Tari, che rappresenta una gabella davvero significativa per commercianti e operatori” aggiunge.

“I commercianti hanno il 42% dell’intero importo della spesa dei rifiuti: se vogliamo avere una crescita della nostra città c’è necessità che le attività commerciali possano resistere”.

“Da parte del sindaco c’è stata una certa apertura e per il 2015 ci aspettiamo qualche novità positiva per la nostra categoria. Nei primi giorni di febbraio avremo un nuovo incontro, sperando di poter cambiare questa tendenza di rincaro sulla tassa” conclude il presidente Ascom Savona. All’incontro ha preso parte anche Ata e gli uffici comunali sarebbero già al lavoro per una verifica dei “conti” sulla Tari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Rosco
    Scritto da Rosco

    Qualche novità per il 2015 c’ è di sicuro, ma non direi positiva, si chiama Ecotassa ed è un salasso di ben 400.000 euro che i contribuenti devono pagare in più del dovuto perchè non sono state raggiunte le percentuali corrette di differenziata per l’ anno 2014. Per il 2015 si deve raggiungere ad esempio il 50% ed al momento siamo al 30% scarso, proprio una situazione ottimale per propinare sconti, ma la campagna elettorale per qualcuno è evidentemente già iniziata…