IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Savona sta con la sposa”: sei giorni di eventi sull’accoglienza e l’emigrazione

Savona. Da domani a giovedì 5 febbraio si svolgerà la manifestazione “Savona sta con la sposa” organizzata da importanti realtà del terzo settore savonese quali Caritas Savona-Noli, Arci Savona, Fondazione diocesana Comunità Servizi, Arci Media, Bottega della solidarietà, Nuovo Filmstudio, Croce Rossa, Migrantes diocesana, Progetto città, L’ancora, il Percorso con il Patrocinio della Città di Savona, del Comune di Albisola Superiore e della Provincia di Savona.

Il momento principale dell’evento sarà la proiezione del film-documentario “Io sto con la sposa”, film presentato all’ultima mostra di Venezia e realizzato grazie ad uno dei più importanti eventi di finanziamento dal “basso” della storia italiana con 2617 produttori.

Il progetto-film “Io sto con la sposa”, di Gabriele del Grande, Antonio Augugliaro e Khaled Soliman Al Nassiry racconta la storia di un finto corteo nuziale realmente realizzato e ripreso tra l’Italia e la Svezia per permettere a cinque migranti di raggiungere il paese scandinavo. Il film denuncia la mancanza di libertà di movimento per i richiedenti asilo all’interno dei confini della Fortezza Europa, l’ impossibilità, per loro, di costruirsi un progetto di vita migliore in un territorio europeo. Infatti a causa del regolamento detto “Regolamento Dublino”, condiviso dai paesi firmatari del trattato di Schengen, un richiedente asilo, una volta fatta domanda in uno stato europeo, non può spostarsi in un altro stato europeo. Questo ha l’effetto di aumentare gli introiti dell’immigrazione irregolare, di aumentare il numero di persone che soggiornano senza documenti, di aumentare i rischi che queste persone corrono.

Gli organizzatori della manifestazione savonese, in molti casi impegnati quotidianamente in progetti di accoglienza a favore di richiedenti asilo, condividono la denuncia del film e vogliono sensibilizzare la cittadinanza rispetto ai temi della emigrazione, dell’accoglienza degli stranieri e del diritto alla mobilità, temi ancora più critici ed attuali dopo gli ultimi eventi di cronaca italiana ed europea.

La volontà delle realtà organizzatrici è quella di permettere ai cittadini savonesi interessati di assistere alla proiezione del film, incontrare il regista e partecipare a dei momenti di riflessione su temi ritenuti fondanti della nostra società civile.

Domani pomeriggio è in programma un concerto nel centro cittadino con la distribuzioni degli inviti alla corteo nuziale di martedì sera. Alle 18 poi si svolgerà un momento di riflessione in piazza Mameli per poi giungere in piazza Sisto IV dove (per tutta la manifestazione) sarà allestita una barca per ricordare il viaggio ed i drammi che spesso avvengono nel nostro Mediterraneo.

Martedì 3 febbraio dalle 19 incontro in piazza Sisto per iniziare un corteo nuziale che si snoderà nel centro cittadino fino a piazza Rebagliati dove (al Nuovo Filmstudio) si proietterà il film. Alla proiezione parteciperà anche il regista del film Gabriele del Grande.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.