IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, al Priamar rivive “Il Cenacolo degli artisti”

Savona. Sabato alle 16 la cappella del palazzo del commissario sul Priamar ospiterà una conferenza di Ferdinando Molteni e Lorenzo Zunino dal titolo “Il cenacolo degli artisti”.

L’incontro costituisce un approfondimento alla mostra “Il Cenacolo degli Artisti. Albisola, la piccola Atene, da Fontana a Luzzati” allestita fino al 15 febbraio alla fortezza del Priamar di Savona dall’associazione “Lino Berzoini”, con il contributo dei Comuni di Savona, Albissola Marina ed Albisola Superiore e della Fondazione “De Mari”, il patrocinio di Regione Liguria e Circolo degli Inquieti (venerdì, sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 17.30).

Albisola, la piccola Atene, è invenzione letteraria di Milena Milani che riassume tutto il concetto di cosa è stata la piccola cittadina, distesa sulle due rive del torrente Sansobbia, negli anni che dal secondo dopoguerra arrivano alla data del dipinto di Virio da Savona, il 1970 e cosa è ancora oggi nel ricordo del passato, nella certezza del presente e nella speranza del futuro.

L’opera di Virio, come un’istantanea, blocca il momento emblematico di una serata, tra le tante, in cui i grandi artisti, pittori, scultori, ceramisti, critici e letterati, si ritrovavano insieme accomunati dall’amicizia, dall’arte e dall’allegria provocata da qualche bicchiere in più di Nostralino.

Sembra impossibile che Albisola (Marina, Capo e Superiore) ospitasse una tale pletora di uomini e donne che poi il tempo avrebbe decretato come sommi interpreti dell’arte universale. Lucio Fontana, Salvatore Quasimodo, Asger Jorn, Giuseppe Capogrossi, Emilio Scanavino, Wifredo Lam, Tullio d’Albisola, Esa d’Albisola, Milena Milani, Carlo Cardazzo, Eliseo Salino, Roberto Crippa, Emanuele Luzzati -tanto per citarne alcuni- hanno vissuto sulla riva del mare albisolese una stagione magica in cui le fornaci ceramiche erano il motore, allora come oggi, di tutto il movimento in un delicato equilibrio fatto di terra, aria, fuoco, acqua, sole, arte, ospitalità, buona cucina e amicizia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.