IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Santa Corona, polemica infinita tra Canciani e Valeriani: “Dal sindaco tante parole ma niente fatti”

Pietra Ligure. “La risposta del primo cittadino pietrese? Non mi potevo aspettare di peggio, ma visto l’appartenenza alla ‘vecchia guardia’ di politici, parole tante ma i fatti non si vedono, non mi stupisce”. Non le manda a dire Matteo Canciani, l’esponente di Forza Italia che due giorni fa aveva chiesto le dimissioni del sindaco Dario Valeriani a causa del mancato appoggio alla mozione di Marco Melgrati in Regione sulla tutela del DEA di II livello dell’ospedale Santa Corona.

Valeriani aveva risposto ieri rimandando al mittente tutte le critiche; una reazione che ha scatenato una nuova, dura replica di Canciani. “La mozione presentata dalle minoranze per ben due volte e risalente al periodo estivo era priva solo di un punto di quella presentata ieri dal consigliere regionale Melgrati, quella riguardante i tagli sui posti letto del 2012. Ricordo che nell’ultimo consiglio comunale il protocollo di intesa del Santa Corona non è stato possibile discuterlo perché ai consiglieri erano stati forniti testi dal contenuto differente”.

“Questa non è superficialità? Questa è la maniera giusta per potar avanti un argomento di primaria necessità e così delicato? – si chiede Canciani – Il ringraziamento del primo cittadino pietrese andrebbe solo a colui che ha portato la mozione in Giunta, visto che era stata inviata a tutti i consiglieri regionali, ma presa in considerazione solo da Melgrati e la domanda sorge spontanea: come mai solo lui? Come mai nessuno ha detto nulla?”.

“Su questi argomenti non si scherza – ammonisce il forzista – non devono essere presi ‘sotto gamba’ perché l’amministrazione pietrese ha sulle ‘spalle’ la cura e la vita di 600.000 cittadini e non credo che siamo in mani sicure, visto che la loro priorità sia solo dare il via libera alla ‘colata di cemento’ che porterà a Pietra più danni che benefici”.

“Avendo perso l’opportunità di tacere su un errore di superficialità, persevero nel chiedere le sue dimissioni da Sindaco di Pietra Ligure e nel chiedere alle forze politiche e alle singole persone che lo hanno ‘sponsorizzato’ nella campagna elettorale a prendere le debite distanze”, conclude Canciani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da briant88

    Suggerirei di fare scendere il carrello e atterrare: gli Ospedali tutti , Pietra Ligure incluso , hanno , al momento , problemi ben più rilevanti : ovvero mantenere standard assistenziali accettabili che, per esser chiari , significa anche trovare i soldi per le siringhe. Altro che monoblocco…..