IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Santa Corona, il sindaco Valeriani: “Sì a Dea di II livello e nuovo ospedale, vittoria del nostra amministrazione”

Il sindaco di Pietra Ligure Dario Valeriani rimanda al mittente tutte le critiche sul Santa Corona e sul futuro del nosocomio pietrese sollevate dalle minoranze consiliari. “Quanto approvato dalla Regione in tema di mantenimento del DEA di secondo livello e sul nuovo monoblocco dà ragione all’operato dell’amministrazione comunale”.

“L’impegno su ripristino delle funzioni tipiche del DEA di II livello oggi mancanti (fra esse vengono citate cardiochirurgia, pediatria e pneumologia), la verifica se i tagli dei posti letto attuati nel 2012 siano conformi alle normative e infine che il protocollo d’intesa per il nuovo Santa Corona proceda nel suo iter sotto l’egida della commissione regionale sanità: tutti punti sui quali questa maggioranza si è attivata fin da subito” sottolinea il primo cittadino pietrese.

Ora il protocollo d’intesa sarà portato all’approvazione del prossimo Consiglio comunale: “Una parte delle aree attuali del Santa Corona potrà essere dismessa solo se l’eventuale ricavato verrà reinvestito integralmente nel potenziamento dell’ospedale, oltre all’impegno che a Pietra Ligure verrà mantenuto il DEA di II livello e tutte le attuali specializzazioni presenti”.

“In tema di nuovo monoblocco le amministrazioni di Pietra Ligure e della Regione Liguria stanno ancora discutendo per quanto riguarda portata e posizionamento, in modo che il progetto che vedrà la luce potrà essere credibile e realizzabile in tempi certi” aggiunge Valeriani.

“Sulla mozione che le minoranze consiliari di Pietra Ligure avevano presentato lo scorso 17 novembre 2014 – conclude il sindaco -, diversa da quella approvata dal Consiglio Regionale nella giornata di ieri, era stato chiesto di inoltrare al presidente della Regione due richieste: confermare l’attuale assetto ospedaliero provinciale su quattro nosocomi, uno dei quali, a Pietra, DEA di II livello, e che la Regione si attivasse per richiedere la deroga per Pietra Ligure quale DEA di II livello”.

“In quei giorni era in dirittura d’arrivo la firma da parte della giunta regionale del protocollo di intesa che, quello sì, avrebbe gettato le basi per un rafforzamento dell’ospedale Santa Corona. Chiesi pertanto ai consiglieri di minoranza di ritirare la mozione. Le minoranze ritennero di non ritirare il documento che pertanto non venne approvato, ma la firma del protocollo d’intesa, da lì a pochi giorni, dimostrò la validità della linea dell’amministrazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pinco
    Scritto da pinco

    Melgrati credo abbia studiato e analizzato a fondo la mozione nell’adottarla, conformandola al suo pensiero e alla sua lettura della norma (Patto per la salute e relativo regolamento), è logico pensare che abbia apportato le necessarie variazioni funzionali in rapporto alla sua personale opinione sull’aspetto ospedaliero. Infatti è nota la sua costante e ormai storica (nonchè isolata) difesa dell’Ospedale di Albenga dalle grinfie dei (s)programmatori sanitari &friend…e i riferimenti ad esso nella mozione sono evidentemente dettati da ciò. Inoltre l’integrazione di Melgrati alla mozione ha pure riguardato la parte relativa al ricalcolo dei posti letto soppressi nel 2012. I tagli negli ospedali voluti dalla Spending Review di Monti furono effettuati in modo irrituale dalle AASSLL anzichè come prevede la Legge regionale 41/2006 dal C.R. Per realizzare quel pilatesco ecamotrage, Montaldo &C si studiarono addirittura una leggina regionale (L.R.  9/8/2012, n. 29 “Adeguamento di disposizioni di carattere finanziario e modifiche di altre norme regionali”).
    In forz adi quersdto importantissimo passaggio e con l’impegnop assunto ora la Regione dovrà provvedere al ricalcolo dei PL già soppressi in assenza del regolamento a cui la Spending Review demandava… in quanto tale regolamento e la relativa formula utile per il taglio dei PL è stato emanato ad agosto ..2014!!! Si spera che il ricalcolo non conduca ad un numero di posti letto tagliati dagli ospedali maggiori di quelli che avrebbero dovuto essere tagliati perchè in tal caso le ire di Melgrati saranno furibonde… e le brutte figrure di qalcuno storiche..senz acontare che tali eventuali posti letto indebitament esoppressi dovrebbero ESSERE RICOSTITUITI…!!!!
    Ora si verifica questo fatto di profondo imbarazzo per la maggioranza, e specialmente per i componenti del PD ( quantomeno 3 su 4…) i quali hanno a che far con un problema oltre che tecnico pure politico…
    A poco servono le musse ocn cui si tenta affannosamente di sovvertire la realtà e si cerca invano di riparare ad errori macroscopici: basta leggere e comprendere ciò che si è letto, …aspetti questi che non sempre vanno a braccetto… :-)

  2. Scritto da briant88

    L’inaugurazione del nuovo monoblocco ipotizzato dal sindaco Valeriani è già prevista per lo stesso giorno in cui sarà inaugurato lo spostamento della ferrovia.