IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, il centro destra lancia l’allarme autismo: “Giunta immobile, servono più risorse”

Liguria. Sulla situazione di immobilismo che vi è In Liguria e che stanno vivendo i tanti pazienti e le loro famiglie che quotidianamente hanno a fare con la patologia dell’autismo, i consiglieri regionali Matteo Rosso, Edoardo Rixi e Marco Melgrati, fanno sapere di aver presentato un’interrogazione urgente.

“Vogliamo sensibilizzare l’assemblea regionale su una tematica ed una patologia come è l’autismo – spiegano i due esponenti del centrodestra – Infatti al di là delle tante, ma inutili, parole della giunta regionale e di Montaldo nello specifico, su questo fronte poco e nulla è stato fatto. Per questo motivo abbiamo voluto raccogliere l’ennesimo appello dei famigliari che attraverso l’associazione Angsa hanno lanciato l’allarme sulla stampa. Dei centri provinciali previsti nel piano sanitario del 2004, e tante volte promessi dall’assessore Montaldo, che è il responsabile della sanità ligure da 10 anni, non vi è traccia, e questo a nostro modo di vedere è un dato molto grave”.

“Inoltre – continuano i consiglieri regionali – non sappiamo se vi è una vera e propria presa in carico da parte del sistema sanitario regionale dei pazienti e delle loro famiglie che continuano a lamentare l’assenza di un sistema capace di dare risposte utili alle persone affette da questa patologia ed ai loro famigliari. Stiamo parlando di una malattia che è in continua crescita come numeri di casi anche in Liguria e che, se si interviene per tempo ed a 360 gradi, può essere contenuta ed il paziente aiutato a condurre una vita la più serena ed autonoma possibile”

Le situazione attuale è valutata molto negativamente: “Male la gestione attuale dove ci si avvale di competenze generiche all’interno delle Asl, ma che non garantiscono quella presa in carico complessiva e completa del paziente e della famiglia di cui invece vi è la necessità, oltre al bisogno che su questo campo vi sia un investimento in termini di risorse economico maggiore da parte delle Istituzioni e della Regione in particolare”.

“Il nostro documento vuole proprio riportare questo tema all’attenzione dell’opinione pubblica e del Consiglio regionale e con l’interrogazione chiediamo quale strategia e quali politiche la giunta Burlando ha messo in campo in questi anni e cosa può fare in questi ultimi mesi di governo. L’auspicio è che ci sia una vera e propria inversione di rotta ed oggi abbiamo l’occasione di poterla mettere in campo, visto che a maggio si voterà per il rinnovo del consiglio regionale e per scegliere il nuovo presidente della Regione. Se dovesse vincere la Paita sicuramente non vi saranno in questo senso grandi cambiamenti, visto che rappresenta la continuità con i due mandati di Burlando, ma con noi alla guida della Liguria tutto potrebbe cambiare in senso positivo perché rimetteremmo al centro della politica sanitaria il paziente”, concludono Rosso, Rixi e Marco Melgrati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.