IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali, Rixi aspetta Salvini e chiama Forza Italia: “Serve coraggio per cambiare, vediamo chi ci sta”

Liguria. Mentre la politica nazionale nelle prossime settimane sarà assorbita dall’elezione del prossimo presidente della Repubblica, c’è qualcuno nel centro-destra ligure convinto che non ci sia tempo da perdere in vista delle elezioni regionali di maggio.

edoardo rixi sala rossa

Per questo a 24 ore dall’esito delle primarie del centro-sinistra la Lega Nord ha ufficializzato la candidatura di Edoardo Rixi come candidato presidente. Sabato ci sarà Matteo Salvini a lanciare di persona a Genova la candidatura del suo vicesegretario nazionale. L’obiettivo resta quello di un’alleanza quantomeno con Forza Italia, ma tutto dipenderà dalla piega che prenderanno nelle prossime settimane i rapporti tra Berlusconi e Renzi.

“Abbiamo già contatti con alcune liste civiche che vogliono affiancarsi alla Lega per dare una speranza a questa Regione, ma speriamo che questo fronte sia il più largo possibile e vada oltre le barriere ideologiche per togliere questa cappa i potere che già alle primarie ha falsato le dinamiche interne al proprio partito per mantenere il potere”. Rivolgendosi direttamente a Forza Italia Rixi aggiunge: “Mi auguro che alla fine dopo tante discussioni che vengono fatte a livello nazionale anche sul presidente della Repubblica trovi la forza per tornare ad essere un partito moderato e di centro-destra e non si faccia invece come ha fatto Ncd che si è fatto abbindolare da una facile alleanza con il Pd”.

Credo che in questo momento bisogna dare una speranza ai liguri facendo sì che la Liguria non abbia niente da invidiare alla Costa Azzurra. Dobbiamo essere una terra dove si viene a fare il turista e si può lavorare, non una terra dove i giovani devono scappare perché non c’è un’azienda che apre ma solo aziende che chiudono, dove gli anziani non possono essere curati perché c’è una sanità da terzo mondo, perché è stata distrutta e dilapidata in dieci anni di malgoverno”.

“Chiediamo a tutti – conclude il candidato presidente – la forza e il coraggio delle proprie idee per un forte cambiamento. Su questo noi siamo disposti a dare battaglia e ci mettiamo in prima fila. Vediamo chi ci sta.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.