IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quiliano, sabato 31 gennaio convegno sulla valorizzazione delle differenze di genere

Più informazioni su

Quiliano. Nell’anno scolastico 2013/2014 il Comune di Quiliano, in collaborazione con il Comune di Vado Ligure, il Coordinamento Donne ACLI e l’Istituto Comprensivo di Quiliano, ha promosso il progetto “(Im)pari a scuola… scuola per i pari” per la valorizzazione delle differenze di genere. Il progetto, che ha interessato le scuole dell’infanzia e gli asili nido dei due Comuni, ha sviluppato un percorso di sensibilizzazione per alunni, insegnanti e genitori sulle differenze di genere e sui meccanismi culturali che le creano e tramandano. Lo scopo è stato quello di insegnare alle nuove generazioni di assumere la parità di genere come valore fondante.

Il progetto, concluso a giugno, si è rivolto ad una fascia di età dai 3 ai 6 anni (396 bambini in tutto) e aveva come finalità la diffusione della cultura di genere nella scuola, trattando il tema delle pari opportunità sotto il profilo della diffusione di atteggiamenti e buone prassi, così come la prevenzione primaria attraverso un aumento della consapevolezza degli educatori e dei genitori rispetto alle tematiche presentate, e la sensibilizzazione dei destinatari del progetto alle tematiche presentate attraverso metodologie e modelli di intervento facilmente ripetibili e trasferibili ad altri contesti.

Le aree su cui si è sviluppato l’intervento sono l’area cognitiva, l’area emotivo-relazionale, l’area comportamentale. Il progetto che si sarebbe dovuto concludere con il convegno di sabato 15 novembre ma annullato causa allerta mal tempo, verrà riproposto sabato 31 gennaio alle ore 9.00 sempre presso la Sala Consiliare del Comune di Quiliano, durante il quale saranno presenti l’Assessore Regionale alle pari opportunità Lorena Rambaudi, la psicologa e psicoterapeuta Brunella Nari, il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Quiliano, Angela Cascio, e le psicologhe Francesca Ficini e Giulia Vuillermoz.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.