IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Primarie Pd, i “civatiani” appoggiano Cofferati: “E’ l’unico candidato che non farà patti col centrodestra”

Regione. I “civatiani” stanno con Sergio Cofferati.

In vista delle primarie di domenica, il gruppo “Liguria Possibile” dei democratici di area civatiana (come l’europarlamentare Renata Briano, il deputato Luca Pastorino e il consigliere comunale di Genova Gianpaolo Malatesta) ha scelto di schierarsi con Sergio Cofferati.

“Cofferati – dicono i civatiani – rimane il candidato che garantisce al partito di rimanere a sinistra, guardando ad una coalizione che esclude accordi con partiti di centrodestra. In un clima di sempre maggiore distacco tra i partiti e gli elettori, prendere accordi con pezzi di apparato del centrodestra, come fatto dalla candidata Raffaella Paita, è una scelta che non può essere giustificata agli elettori di un partito di centrosinistra. Questi accordi vanno ad inquinare le primarie, come dichiarato da Cofferati, trasformandole in un confronto tra sinistra e destra invece che in un momento di dibattito interno a una coalizione di centrosinistra, come dovrebbero essere”.

“Scegliere il perimetro della coalizione all’interno del centrosinistra come fatto da Cofferati – aggiungono – permette di poter costruire un programma per la Regione che preveda ad esempio una legge sul consumo del suolo e sul reddito minimo. Una coalizione finalizzata alla sola raccolta di voti, senza preoccuparsi da dove essi provengano, sarebbe invece l’anticamera di un governo regionale condannato all’immobilismo, in preda ai veti contrapposti. La sfida non è tra la ‘sinistra dei no’ e il decisionismo dichiarato da Raffaella Paita, ma tra una coalizione di centrosinistra con interessi comuni e una larghissima coalizione che ha come solo interesse comune il mantenimento delle promesse fatte per ottenere voti da soggetti politicamente incompatibili”.

Secondo i rappresentanti di “Liguria Possibile”, Cofferati è l’unico rappresentante possibile: “Può garantire di non aver preso e di non prendere accordi con nessuno al di fuori del centrosinistra (come non ne hanno mai presi, nonostante le strumentalizzazioni di questi giorni, gli esponenti del gruppo civatiano ligure) rispettando quel patto del farne a meno (di una larghissima coalizione) proposto in Liguria da Civati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.