IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Polemica sui contributi a Baia del Sole Alassio, Canepa: “Nessun favoritismo, fondi erogati secondo i criteri” foto

Alassio. E’ finita al centro del consiglio comunale di stamattina la questione (con annessa polemica) relativa al contributo di 30 mila euro erogato dalla giunta del sindaco Enzo Canepa alla società sportiva Baia del Sole della quale l’assessore Angelo Vinai è stato a lungo presidente, fino a rassegnare le dimissioni dall’incarico per far posto ad un suo fedelissimo Andreino Durante.

Alassio Consiglio Comunale Streaming

Nelle scorse settimane la minoranza consiliare aveva gridato al conflitto di interesse e aveva lamentato “la vergognosa disparità di trattamento con le altre realtà sportive alassine”.

L’Alassio Baia del Sole aveva peraltro problemi di bilancio e per l’opposizione consigliare i soldi dei contribuenti alassini sarebbero impiegati per saldare i debiti della società riconducibile a Vinai.

Diverso il punto di vista del primo cittadino alassino, la cui giunta è stata accusata di aver favorito Vinai: “Non abbiamo favorito assolutamente nessuno – ha replicato Canepa – La mia idea personale, che cerchiamo di portare avanti come amministrazione, è che le società sportive tutte vadano sostenute. Non dimentichiamo che il costo sociale di un ragazzo che si perde è immensamente superiore ai finanziamenti che andiamo ad erogare alle società sportive. Che oggi si reggono esclusivamente sul volontariato dei genitori e su persone che ci mettono l’anima e un sacco di soldi. In una società moderna eticamente ciò non è corretto. Noi dovremmo sostenere queste società. Nell’ambito delle nostre possibilità noi facciamo ciò che riteniamo opportuno e che ciò che possiamo. La nostra amministrazione vorrebbe erogare molto di più rispetto a ciò che effettivamente concede alle società sportive”.

Nessun favoritismo, quindi: “Queste concessioni sono state elargite in funzione dei bilanci e degli iscritti. E sono state fatte dai dirigenti. Non hanno assolutamente nessuna competenza gli assessori. Il dirigente responsabile ha stilato una graduatoria in base al numero degli iscritti e in base ai bilanci e così è stato”.

Il capogruppo di “Insieme X” Angelo Galtieri la vede diversamente: “Il regolamento dà indirizzi molto chiari – ricorda – A noi non sembra che siano stati rispettati quei criteri. Probabilmente se il sindaco ce li spiegherà e ci farà capire e se saranno legati ad un progetto che non è quantitativo ma qualitativo (perché dovrebbe essere così), allora avremo soddisfazione”.

I consiglieri di opposizione vogliono vederci chiaro: “Noi vogliamo dissipare ogni dubbio circa eventuali ‘favori’ all’assessore Vinai. Noi vogliamo credere che quello che è stato fatto sia stato fatto nel totale rispetto della normativa e non sia stato svantaggiato nessuno. Dissipare i dubbi significa rendere l’immagine dell’assessore più forte e credibile questa amministrazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.