IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, si è chiusa con successo di visitatori la Mostra “Gaslini Onlus” foto

Loano. Si è chiusa con successo di visitatori la Mostra “La casa sull’albero” nell’ambito degli eventi patrocinati dal Comune “Incanti di Natale”. La Mostra, inaugurata lo scorso 5 dicembre, nella prestigiosa cornice della “Sala Mosaico” di Palazzo Doria è stata aperta al pubblico per circa un mese.

Già quest’estate il Comune di Loano (Assessorato alla Cultura, Turismo e Sport) aveva sposato la solidarietà promuovendo e ospitando presso l’Arena Estiva Giardino del Principe un live del cantautore ligure Massimo Schiavon testimonial del Gaslini. Questa Mostra a più mani ha visto coinvolte diverse persone con un unico filo conduttore: “Piccolo Blu”, l’ultimo album del cantautore Massimo Schiavon di cui Marta Delfino ha curato la grafica.

Dalla canzone “Scendi Piano” è nato un video (autrice dei disegni Marta Delfino) diventato l’inno della Struttura pediatrica. Questo video è una favola sull’Amicizia, con la purezza e il candore che solo i bambini sanno trasmettere. Ha come protagonista la “magia”: magia che unisce, magia che permette alle note di scendere dal cielo e creare un vortice nel saxofono, magia di una chiave di violino che regge una lanterna, magia della neve che accende il fuoco. Su questi temi i bambini della scuola elementare paritaria di Loano “Istituto S.M.G. Rossello” hanno lavorato e composto quattro pannelli di disegni. Il risultato è stato una lettura delicata e “pura” del Natale.

La seconda sessione della Mostra è stata una rilettura per immagini fotografiche di “Scendi Piano” e di altri tre testi contenuti in “Piccolo Blu”. Questa sessione è stata a cura di Marta Delfino, Alessandro Gimelli e Monica Torriani.
Marta Delfino ha interpretato “I passi di una donna” un cammeo all’interno dell’album di Schiavon per il testo scritto da Enzo Jannacci. La scelta per Marta è stata piacevolmente obbligata avendo conosciuto personalmente il maestro Jannacci ed essendogli particolarmente legata. Marta ha cercato e trovato su un vecchio hard disk la foto esposta. Uno scatto di qualche anno fa quando frequentava l’Università a Urbino, rappresenta una donna volutamente “sfocata” dove il bianco e nero l’avvolge di mistero e come la canzone di Jannacci lascia un piacevole “retrogusto” amaro.

Alessandro Gimelli, artista conosciuto per originalità e provocazione nel ponente ligure, ha rappresentato “Senza Ali” con una rilettura della Nike di Samotracia reinterpretata da Klein. Gli unici elementi presenti nella Nike di Samotracia sono le ali, per il resto è un busto. Alessandro è partito da questo e ha unito il blu Klein con la cromia del progetto grafico “Piccolo Blu”. E’ nata un’opera essenziale e concettuale, qualcuno direbbe “alla Gimelli”.

Monica Torriani ha interpretato “Blu” una canzone autobiografica per il cantautore Schiavon. Massimo Schiavon ha il dono con la sua Poesia di raccontare una storia regalando le immagini. Questa canzone, scritta a Laigueglia, racconta un pezzo di storia e di emigrazione. Lo stesso Schiavon ha dichiarato: “Dove l’emozione era troppo forte e i ricordi troppo importanti ho lasciato parlare la chitarra del maestro Armando Corsi”. A interpretarla una foto in bianco e nero perché i ricordi secondo l’autrice non hanno colore. Lo scatto, per coerenza, è di Laigueglia.

A completare questa sessione fotografica tre scatti per “Scendi Piano”: uno delicato come un soffio sulla neve per Marta Delfino, uno concettuale che riporta alla tregua di Natale 1914 per Alessandro Gimelli e uno realistico con un messaggio di speranza per Monica Torriani.

La Mostra è stata completata da due teche dove sono stati esposti disegni da cui è nato il video “Scendi Piano” e gadget a cura di Marta Delfino. Inoltre sono state inserite ceramiche eseguite dai bambini dell’ Istituto Rossello di Loano. L’inaugurazione con la presenza delle Autorità ha riscosso un ottimo successo di visitatori. Hanno partecipato il cantautore ligure Massimo Schiavon e il Presidente della Gaslini Onlus Prof. Lorenzelli. L’evento ha messo al centro i più piccoli e in collaborazione con Arcadia Coop Sociale è stata offerta una merenda “alla vecchia maniera”: pane e olio.
Gli organizzatori ringraziano, in particolare, i bambini della scuola elementare Rossello per l’entusiasmo contagioso e il “puro” coinvolgimento e il Comune di Loano per la sensibilità verso solidarietà e arte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.