IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Liguria: meno incidenti e ubriachi al volante, quasi 6.000 volte in eccesso di velocità. Il 2014 della Polstrada

Liguria. I maggiori controlli fanno calare l’eccesso di velocità sulle strade liguri, mentre diminuiscono gli autisti sorpresi alla guida in stato di ebbrezza e aumentano quelli che assumono sostanze stupefacenti prima di mettersi al volante. E calano, dato importante, anche gli incidenti, soprattutto quelli mortali. Sono solo alcuni dei dati emersi dal bilancio 2014 della Polizia Stradale della Liguria. L’anno che si è appena concluso ha visto impegnate 18241 pattuglie (300 in più rispetto all’anno precedente) che hanno controllato 100920 persone su 91300 veicoli.

I soccorsi agli automobilisti, aspetto topico del quotidiano servizio, sono stati 4858. Il risultato di tale attività sono 35605 infrazioni accertate, 48197 punti decurtati e 1459 patenti ritirate. Nel particolare, l’infrazione “principe”, ovvero l’articolo del Codice della Strada più frequentemente infranto, rimane l’eccesso di velocità, contestato 5783 volte. Qui comunque si è registrato un calo dell’11% rispetto al 2013. Gran parte di quei contesti sono stati rilevati con le apparecchiature speciali in uso quali Autovelox, Telelaser e sistemi Provida: per 402 volte le pattuglie sono state impegnate in questo genere di controlli (+14 % rispetto al 2013). Il mancato uso delle cinture di sicurezza, rimanendo costante e consistente, è stato contestato 1316 volte mentre ben 762 volte sono stati contravvenzionati conducenti che facevano uso di telefonino alla guida.

Grazie a strumenti come etilometro e precursori etilometrici, ormai a bordo di ogni pattuglia, i controlli mirati sui conducenti sono stati 16665. Si è però registrato un calo nel numero degli autisti in stato di ebbrezza alcolica 826 (1108 nel 2013), mentre sale considerevolmente quello di chi ha assunto sostanze stupefacenti prima di mettersi al volante: 78 (48 nel 2013). I posti di controllo relativi al fenomeno delle “stragi del sabato sera” sono stati nel 2014 ben 206 ed hanno impegnato in quelle notti (la fascia oraria è da mezzanotte alle 6 di mattina dei weekend) 319 pattuglie.

Su 2419 conducenti controllati sono risultati positivi all’etilometro 235. 21 veicoli sono stati sequestrati, 10 dei quali direttamente confiscati perché il conducente aveva superato la soglia di 1,50 grammi di alcol su litro di sangue. A proposito di tasso di alcolemia, dai dati emerge che l’automobilista meno virtuoso in questo contesto è uomo, è over 32 anni, e tra le 2 e le 4 di notte ha un tasso medio che si aggira tra gli 0,5 e gli 0,8 g/l.

Un’altra delle missioni, proveniente anche dalla specializzazione del personale, è il controllo del trasporto pesante su gomma, nazionale, comunitario od extracomunitario. I mezzi pesanti controllati sono stati 7609 (6115 nel 2013) di cui 6629 italiani, 940 Comunitari e 40 extracomunitari. Nelle 1396 infrazioni contestate, numero invariato rispetto all’anno precedente, spiccano le 568 elevate agli autisti di mezzi pesanti che non avevano rispettato i tempi di guida, di pausa e di riposo al volante dei loro veicoli. Seguono a ruota le infrazioni relative alla velocità: 318 (244 nel 213).

Capitolo incidenti: anche in Liguria si conferma il trend negativo nazionale, ed europeo, del numero degli incidenti stradali. I dati della Polizia Stradale sono allineati: 3197 incidenti (52 in meno del 2013), con calo significativo in quelli con esito mortale praticamente dimezzati (9 contro 17).

Polizia Stradale vuol dire anche indagini, denunce ed arresti: nel 2014 sono state arrestate 66 persone mentre 1394 sono state denunciate per i reati più svariati, ma soprattutto inerenti al traffico di veicoli rubati, 164 dei quali sono stati sequestrati e quindi recuperati. Infine le campagne di sicurezza che hanno portato, attraverso il programma di educazione stradale “Icaro”, gli agenti ad entrare nelle classi delle scuole materne, elementari, medie e superiori della nostra regione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.