IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Liguria, Coisp: “Vogliono più controlli, intanto depotenziano gli uffici di Polizia di frontiera”

Più informazioni su

Liguria. “Che al Ministero dell’Interno avessero ormai da diversi anni le idee un po’ confuse sul tema sicurezza lo avevamo sospettato da tempo, ma ora ne abbiamo definitivamente le prove!!!” Inizia così l’intervento di Matteo Bianchi Segretario Generale Regionale COISP in merito alle nuove disposizioni impartite agli Uffici di Polizia di Frontiera dopo gli episodi avvenuti in Francia.

“E’ triste e deprimente costatare che ci siano voluti gli atti terroristici avvenuti in Francia per ricordare alle alte sfere del Dipartimento della Pubblica Sicurezza il preziosissimo lavoro svolto quotidianamente da tutti gli Uffici di Polizia di Frontiera disseminati sul territorio nazionale ed è paradossale e addirittura al limite dell’assurdo come se da un lato esista un progetto per depotenziare tali uffici passandone le competenze alle rispettive Questure, dall’altro si “inviti” tali Uffici a rafforzare i controlli su tutti i traffici Extra e Intra Schenghen”.

“Chiudere e depotenziare gli Uffici di Frontiera (nella sola Liguria le Frontiere di Savona e La Spezia nonché il valico terrestre di Ventimiglia) non ci pare proprio la soluzione più adatta e intelligente per “rafforzare” i controlli per prevenire atti terroristici come non ci pare la soluzione più adatta e sensata quella di prevedere la chiusura di oltre 250 Uffici di Polizia in tutta Italia (quasi una ventina nella sola Liguria) al fine di mantenere livelli di sicurezza e legalità degni di un paese democratico quale ama definirsi il nostro”.

“E’ bene ribadirlo per l’ennesima volta – conclude Bianchi -: il CoISP è e sarà sempre contrario alla chiusura indiscriminata e insensata di numerosi Uffici di Polizia; è e sarà sempre contrario ai continui ed insensati tagli lineari di mezzi, uomini e risorse; è e sarà sempre contrario alle continue decisioni insensate che continuano a mortificare gli appartenenti alla Polizia di Stato”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.