IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Gallinara come le Palm Islands di Dubai tra le “isole più strane del mondo” fotogallery

Albenga. C’è anche la nostra Isola Gallinara nella classifica delle dieci “isole più strane del mondo”. E con “strane” si intende dal punto di vista della forma vista dall’alto o del profilo che si staglia all’orizzonte.

Come noto a tutti i savonesi, l’isola prende il nome dalle galline selvatiche che la popolavano nel passato (e del quale si troverebbe qualche traccia storiografica nelle opere di Catone e Varrone). Dal loro punto di vista, però, gli autori della classifica hanno ritenuto di inserirla tra le “isole più strane del mondo” perché il suo profilo ricorda quello di una tartaruga dall’enorme carapace.

Una similitudine che è afferrabile soltanto se si guarda l’isola da una ben precisa prospettiva e che quindi non è sempre di facile individuazione.

Ma del resto, anche per cogliere le forme attribuite a buona parte delle altre isole occorre parecchia fantasia.

Alcune sono piuttosto facili, come l’isola di Molokini nelle Hawaii (Stati Uniti) che ricorda una falce di luna. O l’isola di Galešnjak in Croazia, che ha forma di cuore come anche la Tavarua Island alle Fiji.

Un’altra forma facile (frutto del ben noto fenomeno della pareidolia) è quella delle tre isole di fronte a Kota Kinabalu in Malesia, che ricordano un enorme “smile”. Anche l’atollo nell’arcipelago Spratly (nel Mar Cinese Meridionale) ha una forma comprensibile, cioè quella di un boomerang. Leggermente più fantasioso individuare il cavalluccio marino cui assomiglierebbe il profilo dell’isola Isabela alle Galapagos (Ecuador) o il delfino dell’isola vicino a Flores Island (Indonesia). Che trova un omologo in Italia a Li Galli a Positano, pure lei simile ad un delfino.

Alle Maldive c’è un’isola a forma di occhio, mentre la Carp Island di Palau (Micronesia) sarebbe simile ad una stella marina.

C’è poi chi ama “vincere facile” e ci pensa da solo a “costruirsi” le isole con la forma preferita se non ci pensa la natura: è il caso della palma e del mappamondo di Dubai, negli Emirati Arabi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.