IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imu agricola, il Tar non concede la sospensiva: si paga entro il 26 gennaio

Più informazioni su

Liguria. Nulla da fare per il tributo 2014: gli agricoltori dovranno pagare entro il 26 gennaio 2015 l’imu sui terreni agricoli. Lo ha stabilito il Tar del Lazio, che si è pronunciato oggi sul ricorso, tra i proponenti anche Anci Liguria, che chiedeva la sospensione della tassa.

Se per il 2015 il Governo nelle scorse ore si era impegnato ad intervenire, ripristinando le esenzioni e garantendo così la situazione originaria per i terreni agricoli montani ed escludendo dal pagamento anche gli agricoltori professionali nei comuni parzialmente montani, rimaneva infatti aperta la questione dell’anno appena trascorso.

Si prospettano giorni di tensione e soprattutto di caos con gli interessati che dovranno versare quanto dovuto in appena cinque giorni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da aVV44

    ma allora, facciamo un elenco delle tasse che paga 1 artigiano e poi di quelle che paga 1 agricoltore… il primo paga il 65% di quanto guadagna, l agricoltore il 10% circa. Facciamola finita. partita iva a tutti e tasse uguali x tutti. basta privilegiati. possibile che nessuno abbia il coraggio di dire la verita’? troppi interessi da coprire? manovalanza al 90% in nero nell e campagne. tasse sulla rendita dominicana e nn in base al reddito, agevolazioni su tutto ed altre mille diavolerie. La legge nn è uguale x tutti. In pochi manteniamo troppi. Verrà mai il giorno che dall estero ci dicano che facciamo ridere?? Tutte caste intoccabili. vergogna

  2. Scritto da tmax500

    Vere assurdità che trovano nel silenzio delle amministrazioni comunali una legittimazione folle e assurda che porterà a vedere anche la terra non come un bene da conservare ma come un’ulteriore fonte di costi con effetti disastrosi per la disaffezione che ne deriverà progressivamente.