IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il cardinale Bertone ad Alassio: colloquio con il vescovo Oliveri e poi messa nella chiesa di Don Bosco fotogallery

Alassio. Un breve colloquio con il vescovo della Diocesi di Albenga/Imperia Mario Oliveri, quindi la celebrazione con i ragazzi delle scuole di Maria Ausiliatrice e del liceo Don Bosco poco prima delle 12 nella chiesa della Madonna degli Angeli dell’istituto salesiano di Alassio.

Ospite d’onore l’ex Segretario di Stato Vaticano monsignor Tarcisio Bertone che ieri era arrivato all’aeroporto di Villanova a bordo di un Piaggio P180.

“Oggi è una festa molto sentita per me e per tutta la Chiesa. Festeggiamo i 200 anni della nascita di San Giovanni Bosco, grande educatore dei giovani che amava profondamente”.

Nessun riferimento al terremoto che ha investito la vicina Diocesi di Albenga ma un abbraccio con i ragazzi ricordando le tre parole dell’educatore salesiano: “Se volete essere felici ricordate di essere allegri, di studiare e di pregare”.

Tre parole che Bertone ha fatto ripetere agli stessi studenti anche durante la sua omelia iniziata con una lezione di fisica. “Quest’anno ricorrono i 150 anni della scoperta della luce grazie allo studio del fisico scozzese James Clerk Maxwell. Una grande scoperta, ma chi inventò la luce fu Dio. Era al buio e disse ‘Si accenda la luce’ e luce fu”.

Entrando nel tema della festa di Don Bosco il cardinale Bertone ha ricordato la sua storia: “Era nato nel 1815 quando l’Europa usciva da un periodo decisamente complesso. Terminavano le scorriere dei francesi che addirittura nelle chiese portavano via le campane. Erano gli anni in cui Napoleone vene esiliato. Don Bosco sicuramente fece meglio di lui perché lui diffuse amore ed educazione tra i giovani. Oggi ricorrono i 200 anni dalla sua nascita, e i suoi messaggi sono ancora ben presenti tra i ragazzi. Pensate che questa festa si celebra in ogni angolo del mondo anche in Argentina laddove è nato il nostro Santo Padre, ma anche in Africa, Australia e Cina. Don Bosco era ed è tutt’ora un figura di riferimento per tutti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ghigu76

    Kissa’ quale sarà stato l’argomento principale del loro breve colloquio!!!