IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elisoccorso, la denuncia di Rosso (FI): “Mezzo fermo e la Regione non approva risorse per la manutenzione”

Liguria. Il servizio di elisoccorso torna al centro della polemica. In Regione è stata presentata una interrogazione da parte del consigliere di Forza Italia Matteo Rosso: la vicenda è quella dell’elicottero Agusta Westland A109 Power Grand, che la Fondazione acquistò da Finmeccanica, tra il 2008 e il 2009, al prezzo di sei milioni e mezzo di euro e venne donato alla Regione Liguria destinato a potenziare il servizio di elisoccorso.

“Purtroppo l’elicottero è fermo per manutenzione ordinaria, che però non viene fatta. Vi è da premettere che probabilmente se la Regione avesse ceduto il mezzo ai vigili del fuoco a fine 2013 (come tra l’altro previsto dalla convenzione) avrebbero provveduto a fare tutte le manutenzioni previste e l’elicottero avrebbe potuto continuare a volare” osserva Matteo Rosso.

Il consigliere regionale dice di volerci vedere chiaro: “Infatti ad oggi risulterebbe che la Regione abbia in mano un preventivo per lavori di manutenzione per un ammontare di circa 100.000 euro, che pare non sia stato mai accettato ufficialmente. Sembrerebbe anche che per perdere tempo ad ottobre il mezzo sia stato trasferito a Reggio Emilia presso la ditta Euroavia. A questo punto erano scadute altre revisioni per cui hanno riformulato il preventivo che sino a oggi non è stato mai accettato dalla Regione”.

“La conclusione è che il mezzo è tuttora fermo presso la ditta, che tra l’altro pare voglia da adesso in poi, far pagare lo stazionamento in hangar. Si parla di una possibile vendita, ma di fatto l’unica cosa certa è il menefreghismo della giunta regionale e di Montaldo a causa del quale continuano a maturare dei costi per il nulla ed il mezzo non può volare” conclude Matteo Rosso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo Folco

    palese che quando i privati e gli interessi dei mercanti di corte entrano in affari pubblici scatenano guerre di portafoglio , E’ indispensabile mantenere il servizio di elisoccorso in mano ai vigili del fuoco per evitare che le logiche commerciali di banche e fondazioni uccidano i cittadini bisognosi di soccorso . L’elisoccorso ligure è una eccellenza nazionale e a qualcuno fa paura .

  2. Brian di Nazareth
    Scritto da Brian di Nazareth

    appaltate il servizio ai privati, come fanno in molte regioni: ci sarà un risparmio e di molto sui costi di gestione, manutenzione, etc. senza che il servizio venga meno..certo che il gruppo volo VVF su questo invece ci marci, se no come giustificherebbero le ore di addestramento obbligatorio..il solito discorso, chi ha un lavoro non lo molla e la verità non la dice

  3. Scritto da aVV44

    trovano le risorse x fare i muretti ai contadini, per regalargli i terreni ecc. ma x elisoccorso niente. LOGICO, NN PORTA VOTI A NESSUNO L ELICOTTERO. QUANDO CAPIRETE CHE E’ TUTTO UN MERCATO DI VOTI SARA TROPPO TARDI BUONANOTTE ITALIA