IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dal tribunale ad un gruppo bancario, il funzionario Danilo Dighero cambia vita: palazzo di giustizia perde una “colonna” fotogallery

Più informazioni su

Savona. A portarlo lontano dal tribunale non è la pensione, ma la scelta di rimettersi in gioco e lanciarsi in una nuova avventura. Dopo quasi trent’anni di servizio nei palazzi di giustizia savonesi, il funzionario Danilo Dighero, classe 1962, lascia il suo ruolo di responsabile dell’ufficio gip-gup del tribunale di Savona per iniziare una nuova esperienza lavorativa all’interno di un importante gruppo bancario. Con la partenza del dirigente la sezione penale perde una delle sue “colonne”.

Questa mattina Dighero, che dal 31 di dicembre non è più dipendente del Minsitero della Giustizia, ha voltuto salutare i suoi colleghi che in tantissimi lo hanno festeggiato nell’aula magna del tribunale.

La scelta di lasciare il tribunale, come spiega lo stesso Dighero, non è stata semplice: “Questi attestati di stima mi suscitano profonda emozione. Non sono così anziano, ma in effetti sono un po’ una memoria storica della seZione penale. Ho iniziato a palazzo Santa Chiara e poi sono arrivato qui. Ho avuto due piccole parentesi al tribunale civile, ma il mio amore è sempre stato il penale. In questi anni ho conosciuto tante persone validissime, ma mi sono anche scontrato contro la meritocrazia inesistente nel nostro ministero. Probabilmente è proprio per questo che ho perso entusiasmo”.

“È difficile fare scelte come la mia, ma gli ultimi anni sono stati difficili. Avrei voluto uscire qualche anno prima dal ministero della giustizia ma forse non c’era la giusta consapevolezza per fare un passo così importante. Invece l’anno scorso, da un giorno all’altro, ho deciso e ho iniziato un nuovo percorso. E così ieri ho firmato il contratto per il gruppo bancario per cui lavorerò” ha spiegato Danilo Dighero ai colleghi senza nascondere la sua commozione.

Attestati di stima verso il dirigente sono arrivati anche dal presidente della sezione penale Caterina Fiumanò e dal giudice per le indagini preliminari Fiorenza Giorgi. “Ho lavorato tantissimi anni con Danilo – spiega il giudice Fiumanò -. Mi fa piacere aprire questa cerimonia e mi fa piacere non sia un pensionamento. Danilo ha deciso di cambiare lavoro e mi fa piacere ci sia riuscito. Ho lavorato con lui alla sezione penale, poi al gip e poi di nuovo al penale. E’ una persona estremamente disponibile, gentile e che ha sempre cercato di trovare la soluzione ai problemi che incontravamo. Non posso che fargli i miei auguri più belli per questa nuova avventura e spero che continui ad essere stimato come era qui”.

Commovente anche il saluto del gip Fiorenza Giorgi: “Non potevo mancare oggi. Salutare Danilo mi suscita emozioni contrastanti, alcune positive altre negative. La cosa bella è che mi ricorda che nel pubblico c’è tanta gente che lavora bene per far andare avanti un ufficio che non è facile come la cancelleria. Come cittadino e magistrato sono fiera di aver conosciuto e aver lavorato con Danilo Dighero”.

“E ora passo alle sensazioni negative. Mi viene da dire che il fatto che Danilo vada via sia la prova che lo Stato non è in grado di dare soddisfazioni ai suoi dipendenti. E non parlo solo di soddisfazioni economiche, ma morali. Sono convinta che con la sua bravura, i modi garbati e le grandi doti, che ho avuto modo di apprezzare, lui saprà farsi apprezzare da tanta altra gente. È’ una gran perdita, ma sono contenta per lui che inizia una nuova avventura. Continuerò a pensare a Danilo con grande affetto e grande stima”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.